Regione. Baffi: “Asili, non si sacrifichi la qualità del servizio”

“Penso che sia un fatto positivo il rinvio al 26 febbraio dell’esame in Commissione Sanità della delibera di Giunta che prevede una revisione dei criteri di esercizio degli asili nido. Il nuovo calendario prevede una seduta di audizioni su questo tema il 12 febbraio e quindi ci sarà il tempo necessario per un confronto ampio con gli enti erogatori dei servizi (tra cui i Comuni, rappresentati da ANCI) e con i sindacati, che proprio ieri hanno manifestato sotto la Regione contro la delibera.

La delibera prevede un aumento dei giorni di apertura annuali dei nidi (che verrebbero portati a 205, ovvero 47 settimane), garantendo una fascia giornaliera che arriverebbe a 9 ore, il tutto coinvolgendo personale volontario. Tuttavia, durante i lavori della Commissione, sono emerse le perplessità trasversali di numerosi Consiglieri. Nessuno è ovviamente contrario al volontariato, ma non credo sia possibile accettare che, a fronte di un miglioramento quantitativo e di una maggiore flessibilità del servizio offerto, vengano meno qualità, sicurezza e finalità educativa. Su questi valori non possiamo negoziare.”

Lo afferma in una nota Patrizia Baffi, Consigliere regionale di Italia Viva

Lodinotizie in
collaborazione con: