La primavera può attendere: freddo e possibile gelo anche in pianura

La primavera può attendere: è proprio il caso di dirlo quest’anno, con i prossimi giorni che vedranno il persistere di una ondata di freddo sull’Italia. Il Nord rimarrà più ai margini dell’azione ciclonica, ma con qualche rovescio comunque possibile, specie su Piemonte sud-occidentale, Liguria, Alpi, Prealpi e pianure del Nordest, anche in questo caso nevoso a quote molto basse.

Il gelo si farà sentire su Alpi, Prealpi e Appennino, in particolare sui settori alpini nel weekend le temperature notturne potranno scendere anche sotto i -10°C già dagli 800-1000m su alcune zone. Valori simili non esclusi anche in alcune vallate appenniniche. Gelate tardive potranno manifestarsi anche in pianura, in particolare su Valpadana. Un danno per la fioritura in alcuni casi anticipata dalla parentesi estremamente mite di inizio marzo.

Questa fase fredda potrebbe essere duratura e persistere almeno anche nella prima della prossima settimana (con apice del freddo questa volta più verso il Centrosud e neve sempre a quote collinari). Un addolcimento termico potrebbe intervenire solamente a partire dal 25-26 marzo a partire dai versanti occidentali della Penisola.

Lodinotizie in
collaborazione con: