By Published On: 29 Febbraio 2020Categories: Attualità

Coronavirus: Passerini e Delmiglio: “da governo elemosina inaccettabile”

Lodi, 29 Febbraio – “ Le misure messe in campo dal governo sono insufficienti, un’elemosina inaccettabile e un’offesa nei confronti del nostro territorio che sta facendo sforzi inimmaginabili per arginare l’epidemia”. Così i sindaci dei comuni più estesi e popolosi della zona rossa, Francesco Passerini di Codogno e Elia Delmiglio di Casalpusterlengo.

“ Abbiamo accettato responsabilmente tutte le limitazioni imposte. Possiamo anche comprendere che la coperta sia corta ma non accettiamo l’assenza di compensazioni economiche. Chiediamo subito – spiegano – l’istituzione di una Zes (zona economica speciale) per tutta la provincia e aggiustamenti immediati al decreto emanato. Ad esempio i nostri concittadini che hanno la domiciliazione delle bollette direttamente in banca con il decreto del governo non saranno esentati dal pagamento. È inoltre necessario garantire al nostro territorio un fondo post emergenza e la cancellazione con le dovute compensazione ai comuni di tutte le imposte per i cittadini. Ribadiamo la nostra totale disponibilità ad accettare i sacrifici con responsabilità ma non siamo disposti – concludono i due sindaci – a farci prendere in giro dal governo”.

Lodinotizie in
collaborazione con: