Lodi. Assoluzione oste di Casaletto. I commenti della politica

Lodi – L’oste 70enne di Casaletto Lodigiano, Mario Cattaneo è stato assolto in primo grado con formula piena “perchè il fatto non sussite”, dopo quasi sei ore di udienza, dall’accusa di eccesso colposo di legittima difesa per aver sparato e ucciso con un fucile, il 10 marzo 2017 il 32enne romeno Petre Ungureanu, il ladro che era entrato nel suo locale in piena notte.

I COMMENTI DELLA POLITICA

L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato: “Sono particolarmente felice per la sua assoluzione in questi due anni come Regione Lombardia abbiamo supportato il ristoratore di Casaletto Lodigiano in quello che per lui è stato un vero e proprio calvario. Nei prossimi giorni tornerò nuovamente al suo ristorante per esprimergli da vicino i sentimenti del popolo lombardo e di Regione Lombardia. Ci abbiamo visto giusto sostenendo le spese legali, così come previsto da una legge, unica Regione in Italia, nei confronti di chi è accusato di aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa”. 

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana: “Giustizia è fatta! Il Tribunale di Lodi ha assolto l’oste Mario Cattaneo riconoscendogli di aver agito per legittima difesa. Regione Lombardia fin dall’inizio è stata concretamente al fianco di Mario. Lo abbiamo convintamente sostenuto come sancito dalla normativa regionale vigente, con il rimborso delle spese legali previste nei confronti dei soggetti accusati di aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa. L’assoluzione di oggi va nella direzione giusta, tutelando un cittadino onesto che si è difeso da un’aggressione avvenuta a casa propria”. 

Il senatore della Lega Luigi Augussori: “L’assoluzione con formula piena di Mario Cattaneo mi riempie di gioia. Nei momenti più difficili, quando erano in corso le indagini e Gugnano, la piccola frazione di Casaletto Lodigiano dove si sono svolti i fatti, era finita alla ribalta delle cronache nazionali, io personalmente e tutta la Lega avevamo portato la nostra solidarietà a Mario, un lavoratore che per difendere la propria famiglia ed i sacrifici di una vita si è difeso. La Lega da sempre sostiene che quella sia stata legittima difesa, ed ora anche i giudici ne hanno preso atto! Questa è una giornata storica, perché si afferma un principio, che la Lega da sempre sostiene e ritiene sacrosanto, e la nostra riforma dello scorso anno ne è la prova tangibile: la difesa è sempre legittima”

Il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli: “Sono contento che il giudice abbia assolto con formula piena da ogni accusa, nonostante la richiesta del pubblico ministero della Procura di Lodi che voleva una condanna a tre anni per omicidio colposo per eccesso di legittima difesa. Mando un grande abbraccio all’amico Mario Cattaneo, che in questi anni ho avuto il piacere di conoscere come uomo perbene, e sono orgoglioso di essere sempre stato al suo fianco. Cattaneo si è difeso a casa propria, ha difeso la propria vita e la propria famiglia da malintenzionati che non avrebbero dovuto entrare in casa sua eppure in questi tre anni ha dovuto subire indagini e tutto l’iter giudiziario che lo ha portato a questo processo, non dimentichiamolo. Questa assoluzione è una vittoria della giustizia e del buon senso, ma anche una vittoria della a Lega che si è battuta in Parlamento per far modificare la legge sulla legittima difesa per fare in modo che si difende in casa propria non debba finire sul banco degli imputati. Adesso questa assoluzione deve rappresentare un precedente per la nostra giurisprudenza, per evitare che chi si difende in casa propria debba restare per tre anni indagato e accusato.

L’onorevole della Lega Paolo Grimoldi: “L’assoluzione con formula piena è una vittoria della giustizia – che ratifica il sacrosanto principio per cui chi in casa propria difende la sua vita e la sua famiglia non può essere colpevole di nulla – ma anche una vittoria della Lega, che è sempre stata al fianco di Mario Cattaneo, e si è battuta in Parlamento per modificare il passaggio sull’eccesso di difesa. Questa assoluzione rappresenta una vittoria per tutti i cittadini onesti come Cattaneo e un precedente giurisprudenziale che varrà nei casi analoghi”.

Lodinotizie in
collaborazione con: