By Published On: 12 Maggio 2015Categories: Politica

Reddito cittadinanza. Pedrazzini: «Stavolta non concordo con Maroni. Assistenzialismo porta Paese allo sfascio»

MILANO 12 MAGGIO 2015 «Sulla questione del reddito di cittadinanza mi spiace non essere d’accordo col presidente Maroni. Il nostro Paese porta ancora segni evidenti di quell’assistenzialismo paternalista, che ha declinato il nostro sistema di welfare solo con strumenti di politica passiva. È stato questo approccio ad aggravare il debito pubblico e a rendere ineludibile ed indifferibile lo spostamento dell’asse degli ammortizzatori sociali dalle politiche passive alle politiche attive, sollecitando la persona ad attivarsi a cercare un lavoro e soprattutto a non rifiutarlo immotivatamente. Per noi la solidarietà va coniugata con la responsabilità. È giusto aiutare con misure di assistenza sociale chi non può lavorare ma non chi non vuole lavorare.

Dobbiamo metterci bene in testa che non possiamo dare soldi a quelli che non dimostrano di meritarseli, perché anche loro devono sentire il dovere di contribuire al miglioramento delle proprie condizioni di vita.

Va bene l’attenzione agli ultimi e a quelli che stanno peggio; occhio però a non “scavalcare a sinistra” la sinistra perché a questo punto potremmo incontrare qualcuno che chiede il reddito di cittadinanza anche per i minorenni». 

Lodinotizie in
collaborazione con: