Sgominata organizzazione della droga. Coinvolto anche incensurato di Sant’Angelo

Ci sono voluti più di due anni di lavoro per sgominare una vera organizzazione “a cellule”, cioè senza un unico capo, bensì malviventi con competenze autonome a zone. Ben 100 militari dell’Arma del Nucleo investigativo di Reggio Emilia hanno potuto vedere l’epilogo dell’operazione “Hispanica”. Una ventina le perquisizioni effettuate a Bologna, Ravenna, Treviso, Milano e anche a Lodi. Sono invece nove le ordinanze di custodia cautelare in carcere. Tra i fermati anche un operaio incensurato di Sant’Angelo e un marocchino residente a San Giuliano, entrambi quarantenni.  Gli stupefacenti, un flusso continuo di hascisc, arrivavano dal Marocco passando via Spagna, mentre dall’Olanda arrivava cocaina. I mezzi di trasporto utilizzati dai corrieri erano automobili e tir con doppi fondi. Restano ancora ricercate dalle forze dell’ordine altre nove persone.

Lodinotizie in
collaborazione con: