By Published On: 25 Gennaio 2011Categories: Lodigiano

Presentata la stagione dell’Associazione Pescatori

Tradizionale appuntamento a Lodi con la presentazione della stagione annuale dell’associazione Pescatori Dilettanti. Nella sede di via Borgo Adda il presidente, Giancarlo Magli, ha coordinato gli interventi delle autorità intervenute per l’occasione. Presenti in particolare i rappresentanti di Provincia, Comune e Parco Adda Sud, oltre ai responsabili degli altri enti coinvolti direttamente o indirettamente nelle attività di gestione della pesca lungo l’Adda e lungo i corsi minori presenti nel Lodigiano. Nata nel 1969 ma costituita ufficialmente nel gennaio dell’anno successivo, l’associazione è una delle realtà più vivaci della città e del circondario. Forte dei suoi oltre 2500 tesserati, molti dei quali provenienti da fuori provincia o da fuori regione, il sodalizio ha ricevuto nel corso degli anni diversi riconoscimenti ufficiali per l’attività svolta a salvaguardia dell’Adda e del suo habitat naturale. Piatto forte della stagione 2011 restano, comunque, le gare sociali che si svolgono nel tratto di fiume gestito direttamente dai Pescatori Dilettanti, vale a dire la zona tra il Capanno ed il Belgiardino in riva destra e quella tra il ponte ottocentesco e le ‘Due Acque’ in riva sinistra. Dopo le ‘grandi pulizie’ delle sponde del fiume, in calendario domenica 27 marzo, la prima gara in programma è quella riservata agli specialisti della pesca a bilancia, impegnati sull’Adda domenica 17 aprile. La gara di pesca a mosca, con esche artificiali che riproducono in tutto e per tutto gli insetti dei quali si cibano i pesci di fiume, è prevista domenica 15 maggio. Ai primi di giugno ecco la gara più attesa, quella dei ‘Pierini’, i bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni. A metà mese l’attenzione si sposterà sugli specialisti della pesca a spinning, mentre la conclusione della stagione sarà affidata ancora una volta alla manifestazione di più lunga memoria: la ‘Passata’, giunta alla quarantesima edizione. Il 2011, però, è l’anno dell’assemblea elettiva. Ai primi di marzo i soci si ritroveranno nel salone dell’oratorio del Borgo per procedere alla nomina del consiglio direttivo che resterà in carica per tre anni. Magli e soci sono alla ricerca di forze nuove con le quali dare continuità ad una esperienza che si prolunga ormai da 42 anni.

Lodinotizie in
collaborazione con: