Cavenago. Ladro di biciclette finisce in carcere

I carabinieri di Cavenago D’Adda, hanno arrestato T.R., pregiudicato 40enne del luogo, in esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Lodi, che ha sostituito la doppia misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza e della presentazione alla p.g., cui era sottoposto.  

L’aggravio delle misure coercitive in atto è scaturito dalle plurime condotte omissive delle misure di prevenzione che gravavano a carico del soggetto, che nel tempo ha più volte disatteso il divieto di ritorno nei comuni di Milano, Lodi e Melegnano, solo per citarne alcuni, ove si era reso responsabile di numerosi reati predatori, prevalentemente furti di bicicletta. Queste sue mancanze gli erano già costate un primo inasprimento e, oltre all’obbligo di dimora nel comune di residenza, gli era stato appunto comminato anche quello di presentarsi ai carabinieri competenti per territorio. T.R. ha pensato bene, però, di disattendere anche questa ulteriore restrizione, motivo per il quale i carabinieri di Cavenago d’Adda non hanno potuto fare altro che segnalarlo alla magistratura, che ha così deciso di mettere momentaneamente fine alla sequela di trasgressioni ordinando la traduzione in carcere a Lodi, dove T.R. è stato associato al termine delle previste formalità.

Lodinotizie in
collaborazione con: