Ambiente e Natura

Weekend tardo estivo sull’Italia

Duro colpo all’autunno con l’arrivo di un possente anticiclone che ingloberà gran parte d’Europa, portando tempo secco e molto mite per il periodo. La rimonta anticiclonica sarà esaltata dall’uragano Ophelia, attualmente in pieno Atlantico, che nei prossimi giorni anziché dirigersi come normalmente avviene verso i Carabi punterà in direzione dell’Europa. Sabato raggiungerà le Azzorre, mentre nei giorni successi dovrebbe ‘lisciare’ il Vecchio Continente, raggiungendo l’Irlanda entro lunedì come ex uragano, ma comunque molto intenso. Proprio questa traiettoria, piuttosto rara, richiamerà venti molto caldi dal Nord Africa sull’Europa, con temperature in gran parte sopra la media del periodo, se non addirittura quasi estive: in Spagna si potranno superare ancora abbondantemente i 30°C, ma picchi di oltre 25-26°C sono attesi anche tra Inghilterra, Francia e gran parte degli Stati centrali, Italia compresa.

Weekend tardo estivo sull’Italia. Il super anticiclone interesserà in pieno anche l’Italia, portando tempo stabile e soleggiato fatta eccezione per qualche nebbia o nube bassa durante le ore più fredde su Valpadana, Liguria e versanti tirrenici. Le temperature saranno inoltre in costante aumento, portandosi ben oltre le medie del periodo. In particolare nel fine settimana le massime raggiungeranno diffusamente i 24-25°C, ma con punte anche superiori su tirreniche e Isole Maggiori, su valori dunque da inizio settembre. Farà caldo anche in montagna, con valori prossimi ai 18-20°C fin verso i 1000-1500m e zero termico diurno oltre i 4000m, come in piena Estate. Attenzione alle marcate escursioni termiche con la notte, quando le temperature minime potranno comunque scendere sotto i 12-13°C sulle aree interne specie del Centronord.

Prolungata fase siccitosa e mite, autunno in stand by. Una situazione di stallo anticiclonico che terrà lontane le piovose perturbazioni autunnali dall’Italia per almeno altri 7-8 giorni, prolungando la fase mediamente siccitosa e oltremodo calda ( rispetto al periodo ), che negli ultimi anni sta diventando sempre più preponderante salvo rare eccezioni, come lo scorso settembre. Al netto di queste ‘isole felici’, constatiamo infatti una sempre più netta ingerenza dell’alta pressione anche in stagioni normalmente piovose, con le piogge, talora intense, troppo spesso relegate a episodi in genere localizzati.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);