Attualità

Visita all’azienda BWPapersystems di Galgagnano

 

Questa mattina (martedì 19 giugno) il sindaco di Lodi, Sara Casanova, e il sindaco di Galgagnano, Benedetta Pavesi, insieme al comandante della Polizia Locale di Galgagnano, Luigi Pezzano, hanno visitato la BW Papersystems, meglio nota come Officine Curioni, azienda storica, presente sul nostro territorio dal 1925.

L’invito agli amministratori di Lodi e Galgagnano è partito dai vertici dell’impresa per far conoscere una realtà aziendale competitiva e al tempo stesso ben radicata nel Lodigiano, grazie alla capacità di evolvere e adeguarsi alle esigenze di mercato.

Il tour dell’impianto è stato organizzato da Uwe Hartmann, Managing Director, Giorgio Zigliani, Health & Safety and Facility Leader, Maurizio Mandelli, Contract Leader, Daniela Molluso, CPD Leader Italy, e Stefania Farinotti Sales Support.

La BW Papersystems fa parte della compagnia Barry-Wehmiller che oggi nel mondo conta circa 12mila dipendenti e oltre 500 impianti. A Galgagnano i dipendenti sono quasi una novantina, di cui molti residenti a Lodi, principalmente addetti alla realizzazione di macchinari per la lavorazione della carta di varie tipologie (cartoni, risme, quaderni, etc.).

Durante la visita i responsabili della BWPapersystems hanno illustrato agli ospiti la missione della Barry-Wehmiller, condensata nello slogan “Building a Better World through Business”, cioè “Costruire un mondo migliore attraverso il business”: il welfare aziendale diventa infatti la base di partenza per ottenere ricadute positive sull’intera società.

I sindaci Casanova e Pavesi hanno avuto inoltre la possibilità di osservare le operazioni di collaudo di alcuni macchinari, all’interno dell’impianto produttivo dove grande attenzione, anche a livello di nuove sperimentazioni, è attribuito ai sistemi di sicurezza.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);