Attualità

Unione Artigiani, una serata di approfondimento sul Referendum

L’Unione Artigiani di Lodi e Provincia propone, mercoledì 11 ottobre alle ore 21, una serata di approfondimento sul tema del Referendum consultivo proposto da Regione Lombardia sul tema dell’autonomia, che si terrà il prossimo 22 ottobre.

Nella Sala Meeting di via Lago Maggiore 2 saranno presenti, per argomentare le due posizioni, il consigliere regionale di Lega Nord Pietro Foroni, e il segretario provinciale del Partito democratico Fabrizio Santantonio.

Con la moderazione della giornalista Marilena De Biasi, i due relatori affronteranno il tema del referendum, tracciando in particolare le eventuali conseguenze che potrebbe avere sul mondo dell’artigianato.

Le conseguenze di questo referendum sono inesistenti – spiega Fabrizio Santantonio -. La serata servirà per sgombrare il campo da dubbi e assurdi paragoni come quello con il referendum catalano. Questo voto non cambierà la vita dei cittadini lombardi, ma è solo una mossa del governo di Maroni che, cinque anni fa, strutturò la sua campagna elettorale sul tema del residuo fiscale, e ancora oggi, allo scadere del mandato, ritorna sul tema proponendo uno strumento che assolutamente non servirà a trattenere in Lombardia quei tanto sbandierati 54 miliardi”.

Sarà una serata a favore di chi voterà ‘Sì’ al referendum, ma anche di chi voterà ‘No’ o si asterrà – afferma Pietro Foroni –. I grandi media hanno fatto calare il silenzio generale su questo referendum, e quindi ringrazio l’Unione Artigiani per la serata che hanno organizzato, perché la cosa più importante è essere informati, prima ancora di andare a votare, e poi, dal mio punto di vista, è importante votare e votare ‘Sì’ perché si possa avviare una trattativa sulle deleghe assegnate a Regione Lombardia”.

I cittadini devono essere messi nella condizione di esprimere un voto consapevole, pertanto questa serata assume un valore fondamentale – commenta il segretario dell’Unione, Mauro Sangalli -. Perché qualunque sarà poi la propria opinione e la propria scelta di voto o astensione, è necessario che nasca da un’attenta riflessione dopo aver capito qual è davvero la posta in gioco”.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);