Ambiente e Natura

U.N.C.I. Visita al “Centro Cicogne” del Parco Regionale Adda Sud

 Una notevole affluenza di Soci UNCI accompagnati da simpatizzanti e famigliari ha partecipato con vivo interesse ed attenzione alla visita al “Centro Cicogne” nell’area del rigoglioso “Parco Regionale Adda Sud”, assaporando il piacere del contatto con una natura incontaminata, rispettata nei suoi cicli di vita e nelle sue voci immerse in un rasserenante silenzio .

Accompagnati dal comm. Silverio Gori, presidente UNCI di Lodi e del Parco Regionale Adda Sud, è iniziata la visita nel tepore di un bel pomeriggio autunnale, 11 ottobre, si è svolta dapprima davanti al vasto recinto dove un gran numero di esemplari è opportunamente protetto e dove , sui pali di sostegno della recinzione stessa si possono ammirare i grandi nidi di questi magnifici uccelli , capolavori di rami e rametti intrecciati con arte magistrale a formare immensi cesti protettivi per la nidiata .

Le G.E.V. ( guardie ecologiche del Parco) Andrea Messa, Massimo Canti, nonché dal responsabile Maurizio Polli, hanno spiegato con competenza ed orgoglio che solo da una quindicina d’anni questi uccelli sono ritornati ad eleggere il parco come proprio ambiente riproducendosi in molti esemplari e mostrando con la loro presenza come l’ambiente sia stato bonificato ed abbia migliorato la sua qualità fino a poter riaccogliere questi delicati volatili che ogni inverno emigrano in Africa.

In seguito tutti i Soci, dopo aver ammirato più da vicino l’elegante incedere e la grande apertura alare delle cicogne presenti, sono stati invitati a visitare la xiloteca , una piccola ed interessantissima esposizione di reperti di tronchi degli alberi tipici del bacino dell’Adda, opportunamente tagliati in grandi rondelle per mostrare con le venature e i “disegni” di cerchi concentrici, la loro qualità e la loro età e nel frattempo l’osservazione, accompagnata da uno splendido filmato del fiume, nella parte che scorre lungo il Parco , istruiva con piacevolezza sulle peculiarità e varietà della flora e della fauna soprattutto delle cosiddette “morte” .

E’ stato inoltre ammirato e descritto in tutta la sua importanza un immenso e antichissimo tronco di castagno, ritrovato all’inizio degli anni 2000 nell’Adda e scavato alla maniera di una “Piroga”. Un reperto rarissimo ed assai importante per la dimostrazione che in tempi lontani anche in questa area del tutto pianeggiante crescevano i castagni con la relativa produzione di castagne commestibili.

La parte istruttiva del percorso si è infine conclusa in un momento piacevolmente ludico: il Comm. Gori con la gentile e generosa collaborazione della Pro loco di Montanaso e di alcuni Cavalieri soci, ( Lorenzo, Paolo e Giovanni) che hanno offerto i loro prodotti, ha voluto allietare i partecipanti con un piacevole e apprezzatissimo spuntino: una merenda a base di ottimo salame, di stupendo grana stagionato anche dieci anni, di pane fragrante e di “ossi da mort” dolci tipici dell’autunno, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino ….

Così alle h. 18,30 circa si è felicemente concluso l’incontro che, attraverso l’esperienza della bellezza e armonia della natura e il godimento di cibi genuini ha rafforzato nei Soci presenti il senso di appartenenza e il sentimento di reciproca amicizia.

UNCI-Visita-Centro-Cicogne-2017


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);