Home Cronaca Turano, salvato 67enne caduto nella Muzza

Turano, salvato 67enne caduto nella Muzza

536
0

E’ vivo grazie ad un vicino di casa che ha sentito dei lamenti che provenivano dal fondo del canale e all’opera dei Carabinieri e Vigili del Fuoco.

Quando ha visto arrivare prima i carabinieri e poi i vigili del fuoco, che l’hanno soccorso e tratto in salvo, deve aver pensato a un miracolo.

Questa è la sensazione che ha sicuramente provato N.G, il 67enne di Turano Lodigiano, che la notte tra sabato domenica è caduto accidentalmente in una scarpata del canale Muzza proprio davanti casa.

L’uomo, già sofferente di alcune patologie, durante la sua solita passeggiata serale deve aver accusato un malore, a seguito del quale è scivolato lungo la scarpata per 5-6 metri, dove a quell’ora nessuno l’avrebbe potuto trovare.

Fortunatamente la sua caduta è stata frenata dall’impatto con un ramo a fior d’acqua, che gli ha impedito di cadere nel profondo canale e che, nonostante l’ora tarda, l’una di notte, un vicino abbia udito il suo debole lamento che ormai si diffondeva da ore e ha chiamato i carabinieri.

I due militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Lodi si sono subito resi conto che si trattava di una persona allo stremo delle sue forze.

Hanno quindi intrapreso frenetiche ricerche lungo gli argini del canale.

Il lamento, che diventava sempre più flebile, ha imposto una serrata attività di ricerche nella fitta vegetazione presente lungo gli argini, richiedendo a tratti anche incursioni lungo il pericoloso pendio, attività che si è conclusa prima che l’uomo perdesse completamente i sensi.

A quel punto, la frattura alla clavicola che si era procurato cadendo e lo stato di grave ipotermia in cui versava, hanno reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Lodi, che si sono calati lungo il pendio con le loro attrezzature e sono riusciti a trasportarlo in strada con un carrello.

L’uomo, pur non versando in pericolo di vita, è ancora oggi ricoverato in osservazione.