Home Cronaca Treno deragliato, i commenti della politica

Treno deragliato, i commenti della politica

625
0

Treno deragliato a Ospedaletto Lodigiano, i commenti della politica – “Questo è il momento del dolore e del cordoglio, rivolgo il pensiero e la vicinanza mia e di tutta l’istituzione regionale ai familiari delle due vittime e ai feriti. La seduta di Consiglio regionale di martedì 11 febbraio si aprirà con un minuto di silenzio e con il ricordo dei due dipendenti delle ferrovie Giuseppe Cicciù e Mario Di Cuonzo tragicamente morti questa mattina mentre stavano facendo il loro lavoro”. Lo sottolinea il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi.
Un ringraziamento finale, anche a nome dell’intero Consiglio regionale, viene infine rivolto dal Presidente Fermi agli operatori e ai soccorritori che “con una efficienza encomiabile ancora una volta hanno dimostrato la grande capacità organizzativa e di coordinamento del sistema lombardo”.

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, dopo aver svolto questa mattina un primo sopralluogo nella zona in cui si e’ verificato il deragliamento, si e’ recato all’Ospedale di Lodi dove sono ricoverati alcuni dei feriti dell’incidente.

“Un piccolo gesto dovuto – ha spiegato il governatore – per esprimere la vicinanza della Regione Lombardia a tutte le persone rimaste ferite. Fortunatamente nessuno dei viaggiatori ricoverati nelle strutture sanitarie lombarde, seppur provati dall’accaduto, e’ in condizioni gravi”.

“Colgo ancora una volta l’occasione per ringraziare tutti i soccorritori, in primis Areu – ha concluso Fontana – che sono intervenuti per soccorrere i feriti che, da parte loro, mi hanno espresso parole di ringraziamento verso il personale dell’Ospedale di Lodi che li ha accolti con prontezza e assoluta efficienza”.

Gli assessori regionali della Lombardia Claudia Maria Terzi (Trasporti e Mobilita’) e Pietro Foroni (Protezione civile e Territorio), presenti sul luogo in cui si e’ verificato l’incidente ferroviario di stamattina, “esprimono vicinanza ai parenti delle vittime e alle persone rimaste ferite nell’incidente”. “Un grazie particolare – aggiungono Terzi e Foroni – ai soccorritori, alle Forze dell’ordine, alla Protezione civile e a tutti coloro che stanno intervenendo sul posto”.

Dichiarazione del presidente della Camera di commercio e di Confcommercio Milano, Sangalli: ” Il pensiero va alle vittime della tragedia ferroviaria”.
“Il deragliamento del Frecciarossa solleva un problema gravissimo di sicurezza. È l’ultimo di una serie di incidenti ferroviari accaduti in questi anni su tutto il territorio nazionale. Fare chiarezza al più presto e prendere i provvedimenti necessari per rendere più sicura la nostra rete ferroviaria è una priorità. Come mondo delle imprese il nostro pensiero va alle vittime di questa tragedia e ai loro familiari ai quali esprimiamo tutta la nostra vicinanza. Insieme a un grazie alla generosità dei soccorritori”.

“Esprimo il cordoglio per le due persone che hanno perso la vita. – dichiara l’onorevole lodigiano della Lega, Guido Guidesi – Ringrazio le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e la protezione civile per il lavoro che hanno fatto e stanno facendo in queste ore.
Sia fatta chiarezza al più presto sulle cause e sulle responsabilità perché ciò che è accaduto è inaccettabile.

“Sono veramente turbato e scosso per quanto avvenuto nei pressi di Livraga, nella mia provincia, Lodi, questa mattina. La TAV è un’eccellenza tecnologica italiana e rappresenta oggi uno dei più importanti mezzi di trasporto interni del paese, oltre ad essere una delle colonne portanti del lavoro e della nostra economia. Le indagini faranno chiarezza e stabiliranno se ci siano state delle responsabilità in questa tragedia. Questo però non deve assolutamente mettere in discussione la sicurezza di questa infrastruttura strategica per il nostro paese. Non posso che esprimere il cordoglio alle famiglie dei due macchinisti deceduti nell’incidente su una linea che, come altre decine di migliaia di persone, anche io percorro abitualmente per recarmi a Roma. Un grazie speciale va a tutti coloro che, prontamente e con professionalità, sono intervenuti per portare i soccorsi”. Così è intervenuto il senatore Lodigiano Luigi Augussori da Baku, Azerbaijan, dove è in missione con l’OSCE per il monitoraggio delle elezioni locali.

Il bilancio definitivo dell’incidente e’ di 2 persone decedute, 31 feriti. Di questi 4 ricoverati in codice giallo a Lodi (2), Cremona e Pavia, e 27 in codice verde negli ospedali di Lodi (8), Melegnano (4), Crema (3), Humanitas (3), Codogno (2), Piacenza (3) e Castel San Giovanni (4).