Ambiente e Natura

Tessa Gelisio ed Edoardo Raspelli alla prima edizione di Made in Lodi – Festival delle imprese lodigiane

Due testimonial di eccezione per un appuntamento che già all’esordio si candida a diventare la vetrina annuale delle micro e piccole imprese della provincia di Lodi: Tessa Gelisio ed Edoardo Raspelli, volti noti della tv, saranno protagonisti della prima edizione di “Made in Lodi – Festival delle imprese lodigiane”, che si terrà in piazza della Vittoria, nel centro storico del capoluogo, dall’8 al 10 giugno 2018 e che Confartigianato Imprese Provincia di Lodi ha organizzato in occasione del 60° anniversario della sua costituzione. 

RIFLETTORI SULL’ECONOMIA LODIGIANA

Eccellenze agroalimentari, ma non solo: “Made in Lodi” è l’occasione di mettere in mostra l’intero sistema economico del territorio e ciò che producono le imprese di settori chiave come quello della casa, dei motori e dei servizi alla persona. L’occasione, appunto, il sessantesimo anniversario di Confartigianato Imprese Provincia di Lodi, ma la stessa Associazione guarda al Festival che si apre come a un’occasione per l’intera provincia: “Festeggiamo una ricorrenza importante per noi e, ritengo, per l’intero sistema economico del territorio, ma “Made in Lodi” non vuole essere un’iniziativa autocelebrativa – spiega Sabrina Baronio, Presidente di Confartigianato Imprese Provincia di Lodi -. Abbiamo voluto questa manifestazione per mettere in mostra le storie d’impresa del Lodigiano e le loro produzioni. Guardiamo a quella del 2018 solo come alla prima edizione di un evento che in un futuro vorremmo si allargasse ad altre adesioni e collaborazioni”.

Per l’esordio, il festival “Made in Lodi” è promosso anche dal Comune di Lodi e dalla Provincia di Lodi e registra tra i partner tecnici l’Accademia Gerundia, il quotidiano “il Cittadino”, Livraghi – Progetto Casa, il Consorzio Vino DOC San Colombano. Diversi anche gli sponsor dell’iniziativa: Forlani Impianti Srl, Mammone Srl, Assiprime – Servizi Assicurativi e bancari, R.G.P. di G. & P. Rugginenti s.n.c., ORLANDI S.R.L. L’obiettivo è dare rilevanza alle attività delle micro e piccole imprese lodigiane che, per gli intrinseci valori e le profonde e significative radici storiche, contribuiscono a custodire e costantemente alimentare la stessa identità economica e culturale del nostro territorio.


IL GOVERNATORE ALL’APERTURA

L’inaugurazione del Festival si terrà venerdì 8 giugno alle ore 18.00 in piazza della Vittoria, dove verrà allestita una struttura centrale di 300 metri quadrati, con due pedane agli estremi opposti: una con una vera e propria cucina, dove si terranno gli showcooking dedicati da chef del territorio a piatti preparati con prodotti locali, e l’altra per i concerti, affidati alla Gerundia Jazz Orchestra, diretta da Max Farina, e all’Acoustic Country Band The Storytellers. Tutto intorno sulla piazza, oltre venti stand con le micro e le piccole imprese lodigiane che metteranno in mostra e offriranno al pubblico i loro prodotti di tutti i principali settori, dall’alimentare alla casa, dai motori ai servizi alla persona. A tagliare il nastro saranno il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e Giorgio Merletti, Presidente nazionale di Confartigianato Imprese. Parteciperanno alla cerimonia anche i massimi rappresentanti istituzionali del territorio.


IL PROGRAMMA TRA LABORATORI E DIBATTITI

Nei tre giorni di apertura “Made in Lodi” proporrà, oltre alla mostra-mercato, ai concerti e alle dimostrazioni di cucina, anche laboratori di falegnameria, laboratori e degustazioni di gelateria e pasticceria, un evento dedicato alla moda con trucco, acconciatura e abbigliamento per l’estate 2018, e diversi momenti di approfondimento sulla cultura d’impresa e sulla politica per le MPMI, a cominciare dall’incontro di sabato mattina alle 11.00 su “La scelta del Lodigiano: il territorio tra tutela del suolo e sviluppo economico”, una conversazione tra Pietro Foroni, Assessore al territorio di Regione Lombardia e Gabriele Pasqui, Direttore del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano. Sempre sabato 9 alle 18.00 si terrà la conversazione su “Società ed economia fai da te – Crisi delle istituzioni e nuovi percorsi di coesione sociale”, con Eugenio Massetti, Presidente di Confartigianato Lombardia, Claudio Stefanelli, Presidente della Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi, e Francesco Passerini, Presidente della Provincia di Lodi. Modera Francesco Cancellato, Direttore responsabile de Linkiesta.

Gli approfondimenti tornano anche domenica 10 giugno: alle 11.00 si parlerà di “Sopravvivere al Grande Fratello: lo Stato ostacolo o fattore di sviluppo delle imprese e della società”, conversazione con Adriano Teso, imprenditore e politico, Lorenzo Maggi, Vice Sindaco del Comune di Lodi, e Giovanni Sallusti, direttore della rivista online L’Intraprendente. Alle 18.30 l’ultimo confronto con i rappresentanti della politica nazionale sul tema “Chi ha paura del Governo del cambiamento? Italia ed Europa, populismi e sovranità nazionale”.


LA VETRINA AGROALIMENTARE

I volti di Tessa Gelisio ed Edoardo Raspelli rappresenteranno una sorta di ponte ideale tra “Made in Lodi” e “Le Forme del Gusto”, l’altro Festival delle eccellenze lodigiane che si tiene ogni anno a fine settembre e che celebra la filiera agroalimentare, uno dei punti di forza del sistema lodigiano che Confartigianato Imprese non poteva trascurare nel suo racconto dell’economia locale. Ecco allora che la conduttrice di “Cotto e mangiato” su Italia 1 proporrà uno showcooking sui “Sapori lodigiani… cotti e mangiati” sabato 9 alle ore 19.00: utilizzerà i prodotti del territorio per dimostrare la qualità raggiunta dalla filiera locale a km zero.

Edoardo Raspelli salirà sul palco domenica 10 alle 17.30: il giornalista e conduttore tv, padrone di casa a Melaverde su Canale 5, accompagnerà il pubblico del Festival in un viaggio alla scoperta del “Gusto del Made in Lodi”, un appuntamento da non perdere che approfondirà il tema dell’importanza delle produzioni agroalimentari locali.

Il programma di “Made in Lodi” prevede anche altri showcooking: alle ore 12.00 di sabato 9 la chef Amalia Nichetti del Ristorante Gaffurio di Lodi proporrà ricette per “Cucinare con le erbe di primavera”; alle 12.00 di domenica 10 toccherà allo chef Alessandro Lochi del Ristorante La Mondina di Marudo presentare la preparazione del “Risotto al gelato di Rasapadüra”.

Completano il palinsesto agroalimentare il laboratorio di sabato 9 alle 17.00 “Lodigiano, 60 volte dolce” a cura della Pasticceria Fratelli Cornali di Codogno, e  quelli di domenica 10 alle 10.30 sul “Gelato artigianale” a cura della Gelateria Puro & Bio di Lodi, e delle 16.00 su “Boeri e tartellette di primavera” con la Pasticceria Massimo Tosi di San Colombano al Lambro.


MODA E FALEGNAMERIA

Tra le tante storie di impresa che il Festival di Lodi si propone di raccontare, anche quelle della Falegnameria Curioni di Sant’Angelo Lodigiano che proporrà un laboratorio su “Come dare al legno la forma delle passioni” (sabato 9 alle ore 16.00) e quelle di moda rappresentate da Anna José Parrucchieri ed EMP Boutique Marinoni Man, Woman and Cerimony Kids che guideranno l’evento “L’artigianalità nella moda: il servizio che fa la differenza” (domenica 10 alle 16.45).

Questi gli orari di apertura del festival: venerdì 8 giugno dalle 18.00 alle 22.00, sabato 9 dalle 9.00 alle 22.00 e domenica 10 dalle 9.00 alle 20.00. Ingresso gratuito.

 Il programma ufficiale di “Made in Lodi” è disponibile anche su www.confartigianato.lodi.it.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);