Home Cronaca Tavazzano, arrestato autore di due rapine in farmacia

Tavazzano, arrestato autore di due rapine in farmacia

350
0
Il rapinatore mentre si fa consegnare il denaro durante una delle due rapine in farmacia a Mulazzano

I carabinieri di Tavazzano hanno arrestato G.L., 55enne pluripregiudicato di Mulazzano, responsabile di due rapine alla farmacia di Mulazzano.

I fatti risalgono a luglio, quando l’uomo approfittando dell’obbligo della mascherina per l’emergenza sanitaria, travisato anche da un berretto e da un paio di occhiali da sole, sotto la minaccia di un taglierino si è fatto consegnare 400 euro dal farmacista.

Alcuni giorni dopo, in prossimità dell’orario di chiusura, ha rapinato di nuovo l’incasso della farmacia, stavolta 700 euro.   

Le riprese della video sorveglianza e la descrizione fisica fornita dai testimoni, hanno evidenziato il particolare che il rapinatore avesse delle lettere tatuate sulle nocche e una benda bianca all’altezza dell’avambraccio sinistro, come per coprire un altro tatuaggio.

A fine luglio i carabinieri hanno controllato, nell’ambito della quotidiana attività, proprio il principale sospettato, fermato durante un controllo alla circolazione stradale e lo hanno riconosciuto proprio per via dei tatuaggi.

Il 55enne, nella circostanza è stato trovato in possesso di una modica quantità di cocaina, motivo che ha subito portato ad una perquisizione della sua abitazione, dove oltre ad altra modica quantità di stupefacenti, sono stati ritrovati un taglierino, pantaloni e una maglia identici a quelli indossati dall’uomo durante le due rapine.

Inoltre, sia in casa sia in un’autorimessa di G.L., sono state rinvenute e sequestrate 763 munizioni di vario calibro, motivo per il quale è stato anche deferito a piede libero alla Procura della Repubblica.

In ultimo, a conferma dell’inclinazione a delinquere del soggetto, durante il suo arresto, avvenuto il 22 settembre, quando è stato rintracciato per strada dai carabinieri, vistosi ormai smascherato, ha cercato di liberarsi spintonando il militare che lo stava ammanettando. Pertanto è stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Durante la successiva perquisizione domiciliare, in concomitanza con l’arresto, sono state ritrovate un’altra pistola tipo scacciacani cal. 8 e numerose munizioni, che si ritengono destinate alla commissione di altri delitti contro il patrimonio.

G.L. è tuttora detenuto presso il carcere di Lodi a disposizione dell’Autorità.