Home Attualità Economia e Lavoro Spesa anti inflazione con i prodotti dei farmers’ market

Spesa anti inflazione con i prodotti dei farmers’ market

84
0

Borsa della spesa anti inflazione nei farmers’ market di Campagna Amica. Mentre il caro vita rialza la testa, secondo quanto rilevato dalla Coldiretti nel mercato agricolo di via Ripamonti 37 a Milano i consumatori possono risparmiare anche più del 30 per cento rispetto alle quotazioni rilevate nel nord Italia dal sito smsconsumatori. Ad esempio – spiega la Coldiretti di Milano e Lodi – le bietole sono a un euro contro l’euro e mezzo rilevato dal sito per l’Italia settentrionale, le braciole di maiale sono a 5 euro contro i 7 del smsconsumatori, il petto di pollo a 6 euro contro 8,40, gli arrosti a 9,90 contro 11,90, il grana tipico lodigiano stagionato 24 mesi viene offerto a 11,50 euro al chilo contro i 12,30 del grana padano, le mele golden al farmers’ market sono vendute da 50 centesimi a un euro al chilo (a seconda della grandezza) contro l’1,65 segnato dal sito. In Lombardia sono attivi circa 80 farmers’ market, la metà dei quali concentrati fra le province di Milano, Lodi e Monza Brianza. Quello di via Ripamonti a Milano si svolge ogni mercoledì mattina e ogni sabato mattina, con diverse tipologie di prodotti: frutta, verdura, carne, salumi, formaggi, miele e confetture.  “I nostri produttori – spiega Carlo Franciosi, Presidente della Coldiretti di Milano e Lodi – sono in prima linea per realizzare il progetto di una filiera agricola italiana in grado di portare vantaggi sia agli agricoltori che ai consumatori, come dimostrano anche i prezzi garantiti nei nostri mercati di Campagna Amica. E’ la dimostrazione che questo movimento di “democrazia della spesa” funziona davvero ed è una tutela in più contro i morsi dell’inflazione. I prodotti di stagione che arrivano dal territorio sono una difesa per il portafogli, garantiscono qualità e freschezza e mettono in moto un ciclo virtuoso che favorisce la ripresa economica e la diffusione di conoscenza”.