Home Territorio Cremonese Primo caso in cui un evasore fiscale è ritenuto “socialmente pericoloso”

Primo caso in cui un evasore fiscale è ritenuto “socialmente pericoloso”

56
0
Una Ferrari sequestrata a Spagnuolo

sequestro ferrari spaPer più di dieci anni l’ex macellatore di Spino d’Adda, Luigi Spagnuolo ha organizzato e gestito una maxi frode fiscale che gli ha consentito di accumulare un patrimonio enorme. Ora il tribunale di Cremona ha emesso per lui la condanna a tre anni di sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, giudicandolo persona “socialmente pericolosa”, e ordinando la confisca di tutti i beni. Spagnuolo ha quindi il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione senza informare l’autorità di pubblica sicurezza, oltre ad una serie di prescrizioni. La sentenza chiude un procedimento giurisdizionale diverso e parallelo a quello penale avviato circa un anno. Tra i beni sottoposti a confisca ci sono numerosi terreni, sette immobili, auto d’epoca, Una Ferrari ed altre vetture di lusso, tre bar del centro di Lodi, un allevamento di cavalli, tre posti barca ed uno yacht, il tutto per un valore di diversi milioni di euro. Si tratta del primo caso in cui un evasore fiscale è ritenuto “socialmente pericoloso” e colpito nel patrimonio accumulato in modo illecito.

Le indagini avviate nel 2010 avevano portato al sequestro di beni per quasi 25 milioni di euro. L’organizzazione operava tramite una filiera di decine di cooperative e consorzi, originando un giro false fatture per più di 600 milioni, con la finalità di al fisco soprattutto l’Iva e altre imposte, quantificate 40 milioni circa. Contemporaneamente altre indagini più propriamente di polizia, sono state eseguite per segnalare all’Autorità il divario fra il tenore di vita da mille e una notte dell’imprenditore rispetto ai redditi dichiarati. Questo ha permesso di colpire la condotta fraudolenta anche con misure di prevenzione il cui scopo è proprio quello di aggredire i patrimoni della criminalità economica sulla base della sproporzione del tenore di vita rispetto al reddito dichiarato. Intanto negli ultimi giorni si sono concluse anche le indagini preliminari per il procedimento penale presso il tribunale di Crema.

LEGGI ANCHE:

Lodi – Sequestrati tre storici bar del centro e beni di lusso. Truffa e false fatturazioni per cifre da capogiro

 

Vicenda Spagnuolo, sequestrati conti per un milione