Home Attualità Snoq. Il 14 febbraio il flash mob. La campagna contro la violenza...

Snoq. Il 14 febbraio il flash mob. La campagna contro la violenza sulle donne continua a crescere

285
0
One Billion Rising

Il movimento Se non ora quando? Snoq Lodi, con le associazioni Toponomastica femminile gruppo lodigiano e Ife/Fae Italia, coordina anche per il 2020 la campagna One Billion Rising, evento contro la violenza su donne e bambine che si tiene in contemporanea in tutto il mondo il 14 febbraio, giorno di San Valentino.
Per il triennio 2018-2020 il tema è la solidarietà. Quest’anno, però, con l’inizio di una nuova decade, viene lanciato anche il motto #raisethevibration, elevare la vibrazione.
La campagna mondiale invita il miliardo di donne che, è stimato dalle Nazioni Unite, nel mondo, è destinato a subire forme di violenza di genere, a sollevarsi insieme in un flash mob in cui si canta e si balla sulle note di ‘Break the chain’ (Spezzare le catene).

Anche quest’anno, dunque, Se non ora, quando? Snoq Lodi con le altre associazioni ha coinvolto docenti e studenti nell’organizzazione dell’evento a Lodi, che ha già visto nelle scorse edizioni circa 700 studenti muoversi all’unisono in piazza Castello nel ballo liberatorio.
In ogni scuola sono stati sviluppati momenti di approfondimento sulla violenza di genere che ragazze e ragazzi hanno poi concretizzato in elaborati creativi mentre nelle palestre si studiavano i passi di danza.

Tra le novità di quest’anno, c’è il Merli di Villa Igea che, oltre ad essere presente con un centinaio di studenti, preparerà anche dei ‘cioccolatini del rispetto’, simbolo di San Valentino con lo scopo di ribadire che il vero atto d’amore verso una donna è portarle rispetto!
Gli 8 istituti scolastici che hanno aderito, le scuole medie Cazzulani e Don Milani e le scuole superiori Einaudi, Vegio, Piazza, Bassi, Volta, Merli-Villa Igea, convergeranno in piazzale Matteotti, dove l’evento prenderà il via alle 12.15: dopo i saluti delle autorità, avrà luogo il ballo ‘liberatorio’ seguito da alcune letture da parte degli studenti (conclusione entro le ore 13).

Come già nel 2019, la canzone sarà cantata e ballata dal vivo dalla giovane rocker lodigiana, Clémentine Nantista, mentre ballerine/i de Il Ramo saranno presenti per ‘guidare’ i passi di danza.

L’evento, organizzato dal movimento Se non ora quando? Snoq Lodi, con le associazioni Toponomastica femminile gruppo lodigiano e Ife/Fae Italia è patrocinato dal Comune e vede l’adesione di: Consigliera di Parità, Centro antiviolenza ‘La metà di niente’, Il Ramo, Spazio Danza, Coged, Fiab Lodi – Ciclodi, I talenti delle donne, Banca del tempo, oltre al coinvolgimento diretto di 8 istituti scolastici: Cazzulani, Don Milani (medie), Einaudi, Vegio, Piazza, Bassi, Volta, Merli-Villa IgeaLa Prefettura è stata invitata.

La cittadinanza è invitata a partecipare, indossando qualcosa di rosso e di nero!