Home Attualità Ambiente e Natura Smaltimento illecito di rifiuti anche nel Lodigiano, 5 condannati

Smaltimento illecito di rifiuti anche nel Lodigiano, 5 condannati

788
0

Cinque imprenditori lombardi, che secondo gli inquirenti erano legati a famiglie vicine alla ’ndrangheta, sono stati condannati dal Tribunale di Milano (con condanne dai2 anni e 6 mesi a i 3 anni) per traffico illecito di rifiuti. Circa 8mila tonnellate di rifiuti speciali provenienti da cantieri edili di Milano e provincia, conferiti senza subire alcun trattamento previsto, nelle cave di Romentino, San Rocco al Porto, e San Donato Milanese.

Un giro d’affari da milioni di euro. Falsificando la classificazione del rifiuto, gli imputati riuscivano a smaltire illecitamente tonnellate di materiale in due cave dislocate in provincia di Lodi e di Novara. In seguito alle indagini furono denuciati anche, tra il 2008 e il 2010, 20 tra autisti e padroncini, la cui presenza all’interno delle aziende degli imputati, sarebbe stata imposta dalle cosche.