Lodigiano

Sicurezza e legittima difesa, in piazza a Lodi i gazebo di Forza Italia

Casanova sindacoLodi – “Senza sicurezza non c’è libertà!”: è con questo slogan che Forza Italia sarà in piazza della Vittoria a Lodi nelle mattinate di sabato 18 e domenica 19 marzo per i “Security Days”. La presentazione dell’iniziativa è stata fatta oggi dal Presidente di Forza Italia nel Consiglio regionale della Lombardia Claudio Pedrazzini, dal coordinatore provinciale del Lodigiano Oscar Fondi e dalla Coordinatrice cittadina Claudia Ferri, presente anche la presidente delle Opere Pie di Codogno Vanna Cavalleri. Al gazebo azzurro si parlerà di sicurezza dei cittadini, del maggiore impiego di uomini e mezzi da parte delle forze dell’ordine, ma anche di legittima difesa, alla luce di quanto accaduto una settimana fa all’Osteria dei Amis di Gugnano di Casaletto Lodigiano.

 Ieri sera sono stato a mangiare dal signor Mario Cattaneo – ha spiegato Claudio Pedrazzini in conferenza stampa -. La settimana scorsa, prima del tragico evento, avevo già programmato una cena nella sua osteria, con alcuni amici. Infatti, conosco Cattaneo e spesso ceno da lui. A maggior ragione adesso. Non intendo strumentalizzare l’accaduto, non è nel mio costume. Ma non mi posso sottrarre ad alcune riflessioni sul dibattito politico in corso. C’è un problema di leggi e c’è un problema di interpretazioni delle leggi. Cerchiamo di essere corretti. Nel 2006 il Parlamento ha stabilito il principio secondo il quale se una persona viene assalita nella sua abitazione ovvero nel luogo di lavoro, la difesa si considera sempre proporzionata. Purtroppo, però, le sinistre e la magistratura imposero la limitazione ai casi in cui non ci fosse desistenza da parte dell’assalitore oppure persistesse il pericolo di aggressione. Questo ha consentito spesso alla magistratura interpretazioni restrittive. È necessario pertanto che il Parlamento ponga subito mano alla legge, chiarendo bene il concetto di legittima difesa e considerandola come tale quando si viene aggrediti nella propria abitazione ovvero nel luogo di lavoro. Non secondaria sarà anche la messa in campo di misure preventive nei confronti della delinquenza comune: non è più possibile considerare reati di serie B, quasi fossero ordinaria amministrazione, i furti nelle case. La nostra gente chiede di essere difesa e la politica ha il dovere di passare dalle parole ai fatti”.

 Durante la conferenza stampa di oggi è stato presentato anche il nuovo responsabile Giovani di Forza Italia per la città di Lodi. Si tratta di Marco Pavese, 27 anni, studente universitario in Scienza della Formazione ed educatore presso il Collegio San Francesco di Lodi. Arriva a Forza Italia dopo l’impegno politico nelle compagini “Insieme per il Lodigiano” e “Impegno Civico”.

Non sarà solo il responsabile giovanile di Forza Italia, ma si candiderà con noi alle prossime elezioni amministrative. Con Marco – ha spiegato Claudio Pedrazzini – collaboriamo da tempo e conosce molto bene la realtà cittadina di Lodi. Ha già dimostrato grande voglia di fare e forte attenzione ai problemi del territorio. Il suo contributo sarà prezioso a tutti i livelli”.

Mi piacciono le sfide e quella di coordinare il settore giovanile di Forza Italia a Lodi, tra l’altro nel momento della campagna elettorale, è particolarmente stimolante. Ci ho riflettuto molto, ma alla fine ho accettato con entusiasmo la proposta di Claudio Pedrazzini e di altri amici. Sono pronto a mettermi al lavoro per sostenere Forza Italia e la candidatura a sindaco di Sara Casanova”: questo il primo commento di Marco Pavese.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);