Home Cronaca Si stavano preparando a rapinare una banca, in cinque in manette

Si stavano preparando a rapinare una banca, in cinque in manette

68
0

Erano intenti a fare irruzione alla filiale del “Credit Agricol Cariparma” di Caronno Pertusella (VA) i cinque rapinatori, tra cui una donna, arrestati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Lodi con l’ausilio dei militari della Compagnia Carabinieri di Saronno.

I rapinatori erano ignari di essere osservati e seguiti dai carabinieri di Lodi quando, partendo dalla provincia di Lodi, si sono recati a Caronno Pertusella per mettere in atto la rapina in banca. I militari di Lodi quando hanno avuto la certezza delle intenzioni del gruppo, hanno avvisato immediatamente i Carabinieri di Saronno e della Stazione locale ed insieme sono intervenuti prima che i rapinatori facessero ingresso nella filiale dell’Istituto di Credito, bloccandoli e arrestando quattro uomini e una donna.

Nelle auto sono stati rinvenuti cappellini e sciarpe che i rapinatori si accingevano ad utilizzare per travisarsi, nonché delle fascette in plastica che sarebbero servite per immobilizzare ai polsi i dipendenti ed i clienti presenti all’interno della filiale. Uno dei rapinatori, con precedenti e quindi già schedato, si era premunito di spalmarsi sulle mani una colla a presa rapida per evitare di lasciare impronte digitali nel corso della rapina.

I cinque rapinatori, di cui tre sono della Provincia di Palermo, mentre gli altri due tra cui la donna sono residenti nel Lodigiano-Sudmilanese, sono rimasti sorpresi dalla repentina azione messa in atto dai carabinieri che li hanno bloccati.

I cinque arrestati sono stati condotti nel carcere di Busto Arsizio, ad eccezione della donna che è stata portata a carcere di Milano-San Vittore. Sono tutti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Busto Arsizio.

L’azione dei carabinieri non è passata inosservata tra gli abitanti di Caronno Pertusella che, come i dipendenti dell’istituto di credito, hanno assistito alle fasi dell’arresto complimentandosi con i carabinieri.