Home Attualità Agricoltura Scuole, in settanta classi di Milano e Lodi le lezioni su...

Scuole, in settanta classi di Milano e Lodi le lezioni su origine del cibo e filiere corte

374
0

Settanta classi di una ventina di scuole elementari dell’area metropolitana milanese e del Lodigiano parteciperanno quest’anno alle lezioni sul cibo e sui segreti della vita in campagna prendendo parte al percorso di educazione alimentare “Siamo ciò che mangiamo”. Lo ha annunciato la Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza in occasione del summit sulla sicurezza alimentare organizzato in occasione della tradizionale Fiera di San Martino a Inveruno (MI).

“Dopo il successo delle ultime due edizioni – spiega Alessandro Rota, Presidente della Coldiretti interprovinciale – abbiamo deciso di continuare a organizzare queste lezioni in classe sul cibo sano e sicuro per educare i giovani all’importanza di una dieta sana, completa ed equilibrata e a saper distinguere le informazioni vere che riguardano il cibo e le sue proprietà nutrizionali dalle fake news che danneggiano la salute delle persone e l’economia della filiera agroalimentare. Attraverso i ragazzi – continua il Presidente Rota – vogliamo arrivare anche alle loro famiglie per aiutarle a non sprecare cibo e a orientarsi verso alimenti di stagione, certificati e a filiera corta”.

La Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza propone l’iniziativa in collaborazione con Associazione Florovivaisti interprovinciale, Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, Fondazione Campagna Amica, Coldiretti Donne Impresa, Giovani Impresa Coldiretti e Terranostra Milano, Lodi e Monza Brianza. Nelle prossime settimane cominceranno le lezioni nelle scuole di sei comuni del Milanese (Abbiategrasso, Melegnano, Milano città, Novate Milanese, Paderno Dugnano e Rozzano) e in 5 del Lodigiano (Borghetto, Casalpusterlengo, Lodi, Sordio e Tavazzano).

Questi i progetti educativi proposti fino a marzo 2020 sui temi legati all’agroalimentare: la filiera del latte e quella dei cereali; l’etichettatura dei prodotti; il rapporto tra cibo e acqua; il benessere a scuola attraverso fiori e piante. A fine maggio si terrà la festa conclusiva del percorso con la premiazione degli elaborati presentati dalle singole scuole.

“Anche quest’anno – continua Alessandro Rota, Presidente della Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza – coinvolgeremo circa 1.500 alunni e insegnanti delle nostre province. La sensibilizzazione sui valori della sana alimentazione, della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile per noi rimane una priorità che vogliamo perseguire anche con gli incontri aperti al pubblico che periodicamente proponiamo sul territorio”.

 

Oltre a Rota, al vertice sulla trasparenza e la tracciabilità nella filiera agroalimentare organizzato nella Sala Virga per la Fiera di San Martino, c’erano anche: Sara Bettinelli, Sindaco di Inveruno; Paolo Cova, medico veterinario, Deputato nella scorsa legislatura; David Crespi, medico chirurgo, specialista in Scienza dell’Alimentazione; Stefano Beia, responsabile della filiera latte della Cooperativa Santangiolina di San Colombano al Lambro (MI).