Lodigiano

Sciopero banchi. Guidesi: «Chiunque voglia accedere ai servizi comunali deve, come chiunque altro, rispettare la legge»

“La legge va rispettata. Il mio plauso al sindaco Casanova”. A sostegno dell’amministrazione comunale di Lodi interviene il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Guido Guidesi (Lega), dopo la notizia dello “sciopero dei banchi” in corso nel capoluogo  lombardo, a cui seguirà  una manifestazione indetta  nel tardo pomeriggio del 14 settembre. Una protesta che coinvolge decine di famiglie, per la maggior parte di religione islamica, che intendono far frequentare ai propri figli gli istituti scolastici cittadini, accedendo a tariffe agevolate, ma rifiutandosi di presentare un certificato che attesti i loro redditi e beni mobili o immobili registrati nel paese d’origine. “Come giustamente spiegato dal sindaco Sara Casanova la modifica è stata realizzata seguendo le normative vigenti. Una regola quindi – precisa Guidesi – che non ha nulla di discriminatorio, ma vale per tutti i cittadini. Chiunque voglia accedere ai servizi comunali deve, come chiunque altro, rispettare la legge e non cercare di percorrere corsie preferenziali illegittime che non appartengono al nostro modo di intendere eguaglianza ed equità”.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);