Home Cronaca Scarcerata la 41enne accusata dell’omicidio delle chef lodigiano

Scarcerata la 41enne accusata dell’omicidio delle chef lodigiano

437
0

È stata scarcerata la prostituta italo-canadese 41enne Angelina Barini, arrestata per la morte dello chef lodigiano Andrea Zamperoni, stroncato da un mix di droghe nel Queens a New York il 18 agosto scorso, diverse ore dopo la sua scomparsa. La donna ha pagato la cauzione ed è tornata in libertà: ai giudici avrebbe raccontato di essere stata obbligata dal suo protettore a somministrare gli stupefacenti al 33enne originario di Casalpusterlengo.

La Barini resta comunque l’unica indagata e dovrà ora ripresentarsi in udienza a Brooklyn il 21 novembre: arrestata il 21 agosto, le era stata negata la scarcerazione per il rischio di reiterazione dei reati, ma in questi due mesi ha però continuato a proclamarsi innocente dichiarando di “essere stata costretta dal suo protettore a dispensare le dosi letali di droga”, versione ritenuta credibile dal giudice. L’accusa invece continua a sostenere che la donna fosse d’accordo col protettore e con uno spacciatore per somministrare la droga ai clienti, per poi derubarli. La donna rischia da 20 anni di detenzione all’ergastolo.