Lodigiano

Santanchè: «Sicurezza, le forze dell’ordine devono essere nelle condizioni di poterla garantire»

Lodi, 27 febbraio – «Sicurezza, un tema al quale daremo priorità e per il quale ci battiamo da sempre. Nel Paese la situazione è grave e, fra le varie cose, bisogna tornare a mettere le forze dell’ordine nelle condizioni di fare il loro lavoro, di proteggere i cittadini. A Lodi mancano una quarantina di poliziotti, nonché un centinaio di unità su tutte le forze dell’ordine, ovvero un potenziale non indifferente. Non è possibile debilitare così il comparto sicurezza. L’incapacità del PD ha indebolito la sicurezza, sottovalutando o non considerando molti fattori, tagliando fondi: a Lodi, per esempio, la questura ha a disposizione poche centinaia di euro per le spese di cancelleria. Gli agenti si devono comprare le divise. E’ inammissibile». Così è intervenuta Daniela Santanchè, candidata al Senato della Repubblica, sulla mancanza di agenti in città.

«Non solo le forze dell’ordine – sottolinea l’esponente di Fratelli d’Italia – ma anche i cittadini oggi stanno subendo questa lunga fase negativa. In tutto questo, con l’aumento evidente della microcriminalità, il colpo di grazia è stato dato da provvedimenti devastanti come lo “svuotacarceri”, senza parlare della mancanza di investimenti strategici».

«Il cittadino deve tornare ad avere la percezione della sicurezza, e le forze dell’ordine nelle condizioni di poterla garantire. E’ proprio per questo che uno dei punti fondamentali del nostro programma è il Sostegno alle forze dell’ordine e alle forze armate. Alcune nostre misure, della quale mi farò promotrice sono: stipendi e straordinari dignitosi, dotazioni adeguate, controllo del territorio anche con il contributo dell’esercito. Cartolarizzazione del 50% dei beni sottratti alla malavita per finanziare un fondo a favore del comparto sicurezza e difesa. Certezza della pena: no ai decreti ‘svuotacarceri’, stop a sconti automatici di pena e costruzione di nuovi carceri. Espulsione immediata per gli stranieri che delinquono ed esecuzione della pena nello Stato di provenienza. Legge che dica che la difesa è sempre legittima».

«Una serie di misure che anche a Lodi e in tutta la sua provincia – conclude la Santanchè – non potranno far altro che giovare e far tornare i cittadini a sentirsi sicuri per le strade, nelle proprie attività, nelle proprie case».


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);