Home Attualità San Colombano. CAP avvia il progetto di sanificazione della rete idrica

San Colombano. CAP avvia il progetto di sanificazione della rete idrica

487
0
Rete idrica di San Colombano al Lambro
Rete idrica di San Colombano al Lambro

Partirà nel corso delle prossime settimane la sperimentazione con monocloroammina, il sistema di disinfezione per rendere ancora migliore la qualità organolettica dell’acqua 

Gruppo CAP, l’azienda pubblica che da 90 anni si occupa della gestione dell’acqua nella Città metropolitana di Milano, si accinge ad avviare un nuovo progetto sperimentale di sanificazione delle reti idriche. Un sistema all’avanguardia, che consente di rendere ancora più elevato lo standard della qualità organolettica dell’acqua grazie all’impiego di monocloroammina, disinfettante già ampiamente utilizzato in Nord America e in diversi Paesi europei.

Il progetto pilota parte proprio in questi giorni dall’acquedotto di San Colombano al Lambro. L’obiettivo è quello di ampliare il ventaglio delle soluzioni tecniche disponibili, così da poter adottare quella più idonea presso ognuno degli acquedotti gestiti nell’intera Città metropolitana, in funzione non solo dell’estensione della rete idrica, ma anche delle caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua prelevata localmente dalla falda.

Questo nuovo processo di disinfezione si inserisce nella strategia di ricerca e sviluppo di Gruppo CAP. Una strategia che poggia su due pilastri fondamentali: l’impegno nel processo di innovazione della gestione della risorsa idrica e l’implementazione di soluzioni sempre più sostenibili, afferma Davide Chiuch, direttore gestione acquedotti di Gruppo CAP. Il nuovo sistema di sanificazione ci consentirà di migliorare ulteriormente l’efficienza dell’intero sistema idrico in tutto il territorio che serviamo”.

Gruppo CAP eroga ogni anno in media 200 milioni di metri cubi di acqua attraverso 6.442 chilometri di rete idrica, che viene periodicamente sanificata per garantirne l’assoluta sicurezza. L’utilizzo di monocloroammina, disinfettante particolarmente efficace nelle reti di distribuzione molto estese, comporta notevoli benefici: inodore e insapore, il suo impiego consente di migliorare le qualità organolettiche dell’acqua distribuita alla cittadinanza.

Per quanto riguarda le fasi preparatorie per l’avvio del progetto, Gruppo CAP, ha dotato alcuni punti strategici nella rete di sistemi di campionamento, che consentiranno di tenere costantemente sotto controllo le attività di sanificazione e di intervenire in tempo reale con eventuali modifiche nel dosaggio. La produzione della monoclorammina avverrà presso la centrale di potabilizzazione ubicata in Località Casoni, all’interno di un locale già appositamente realizzato.

Gruppo CAP ha provveduto, nei tempi stabiliti dalla normativa, a contattare tutte le ASST competenti per il territorio, così da informare preventivamente le Aziende Ospedaliere e tutti gli organi territoriali di competenza.