Lodigiano

SAL e Provincia: un patto per rendere più sostenibili le manifestazioni sportive

Attività e manifestazioni sportive più sostenibili nel Lodigiano, grazie alla collaborazione tra SAL e la Provincia di Lodi. Si è parlato anche dell’avvio imminente del progetto AcquaEcoSport, il protocollo d’intesa finalizzato alla promozione dell’acqua di rubinetto in ambito sportivo, nell’incontro dei giorni scorsi, quando il presidente della Provincia, Francesco Passerini ha visitato la sede di SAL e ha incontrato i vertici dell’azienda che eroga il servizio idrico integrato sul territorio. Per Francesco Passerini, qui nella doppia veste di Presidente della Provincia e di Sindaco di Codogno (entrambi con quote societarie in SAL) è stata l’occasione di visitare una delle principali aziende pubbliche del territorio. Passerini ha incontrato Antonio Redondi e Carlo Locatelli, rispettivamente presidente e direttore generale di SAL, con i quali ha affrontato diversi argomenti tra cui l’idea di raggruppare le attuali tre sedi di SAL in una sola. Tra le ipotesi sul tavolo resta sempre quella, sostenuta più volte dall’Assemblea dei Soci, di acquistare il polo fieristico di San Grato, ancora di proprietà di Lodinnova e i cui uffici sono attualmente occupati da SAL con un contratto di locazione, se il bando di gara verrà emesso con tempi e condizioni in linea con le esigenze di SAL. All’incontro non ha potuto partecipare per impegni lavorativi Francesco Morosini, vice presidente di SAL, che Passerini ha comunque voluto ringraziare per la collaborazione e la disponibilità sempre dimostrata.

Tra le altre cose si è parlato anche di promozione dell’acqua del rubinetto come alternativa sostenibile alle acque in bottiglia. In tal senso Francesco Passerini, in quanto sindaco di Codogno, ha espresso l’intenzione di aderire al progetto Lodigiano Acqua Buona, che dal 2010 favorisce il consumo di acqua del rubinetto nelle mense scolastiche di 41 comuni e in questi anni ha permesso di risparmiare circa 3 milioni di bottiglie da un litro e mezzo.

Ma l’incontro è servito soprattutto a presentare alla Provincia il progetto AcquaEcoSport, un protocollo d’intesa siglato nel 2017 tra la Regione Lombardia e Water Alliance, la joint venture contrattuale delle aziende idriche in house della Lombardia, di cui fa parte anche SAL, che grazie anche al coinvolgimento del CONI, aspira a rendere più sostenibili le attività e le manifestazioni sportive sui territori attraverso l’uso di una borraccia creata ad hoc in sostituzione delle bottiglie di plastica usa e getta.

Infine Redondi e Passerini hanno approfondito il progetto della nuova dorsale idrica tra Castelgerundo e Codogno, un collegamento tra diversi impianti e reti di acquedotto che avrà ricadute positive in termini di efficienza e qualità del servizio per i cittadini della Bassa. Il progetto sarà illustrato nei dettagli entro il mese di aprile.

redondi-passerini-sal


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);