Home Attualità Ambiente e Natura Rischio neve dalla mezzanotte

Rischio neve dalla mezzanotte

76
0

Per i prossimi giorni il bacino del Mediterraneo continuera’ a essere interessato da una circolazione depressionaria, legata a una piu’ ampia struttura di bassa pressione in discesa dal nord-est Europa, con associata aria fredda continentale. Precipitazioni: a partire da bassa pianura e Appenino, in estensione in mattinata da sud a nord ai restanti settori; in temporanea attenuazione e/o esaurimento nel pomeriggio di domani, venerdi’ 23; in ripresa in serata dalla pianura. Su pianura e Appenino diffuse deboli o moderate, su Alpi e Prealpi deboli sparse. Limite neve fino a meta’ mattina: su Appennino e pianura, in particolare bassa pianura, fino al suolo; altrove attorno ai 300 metri. Dal pomeriggio limite neve in risalita e variabile dai 400 metri su Appenino fino ai 700 metri circa su Alpi e Prealpi. Pertanto, in giornata, in particolare sulle aree di pianura, passaggio da neve/pioggia mista a neve, a pioggia. Accumuli nevosi a fine giornata mediamente limitati, pressoche’ assenti sulle aree di pianura, a seguito del rialzo dello zero termico dalla seconda parte della giornata.

Per la giornata di sabato 24, previste condizioni di instabilita’ residue, specie nella prima parte della giornata, con precipitazioni diffuse; limite neve inizialmente attorno ai 500 metri, poi in risalita.

EFFETTI AL SUOLO – Le problematiche principali per rischio neve potrebbero essere legate soprattutto a difficolta’ e rallentamenti del traffico stradale e ferroviario.

Su tutte le zone segnalate, anche se i quantitativi di neve saranno contenuti, non si esclude la possibile formazione di ghiaccio al suolo e sul manto stradale.