Home Attualità Reparto chirurgia di Codogno. Pravettoni: «Nessuna ipotesi di chiusura e i dati...

Reparto chirurgia di Codogno. Pravettoni: «Nessuna ipotesi di chiusura e i dati lo dimostrano»

164
0

Lodi, 24 ottobre. “Sarebbe molto interessante sapere dove il segretario provinciale Fsi -Usae Gianfranco Bignamini ha trovato i numeri sbandierati senza alcun riscontro, che non hanno alcun fondamento. Il risultato è stato quello di creare un falso e inutile allarmismo tra cittadini e gli utenti di un nosocomio, quello di Codogno, su cui si è già infierito abbastanza”. Così interviene il consigliere regionale della Lega Selene Pravettoni, membro della Commissione regionale Sanità che, dati alla mano, spiega: “Il numero degli interventi nel 2017 su pazienti ricoverati solo nel reparto di chirurgia sono stati 927, tralasciando tra l’altro quelli effettuati a livello ambulatoriale. Gli interventi nel 2018, invece, fino al mese di agosto sono stati 571, con una stima per la fine dell’anno di circa 820 interventi con ricovero. A Codogno, invece, i chirurghi provenienti dall’ospedale di Lodi sono operativi nei reparti di chirurgia plastica, chirurgia generale, ortopedia e day surgery. Questi dati, facilmente reperibili dall’ASST Lodi, dimostrano che il reparto funziona a pieno regime. Invito il signor Bignamini – chiosa Pravettoni – a informarsi meglio prima di spiattellare informazioni fasulle, controproducenti e lesive delle tante professionalità che ogni giorno prestano la loro opera in favore dei cittadini con competenza e professionalità. Voglio anche ricordare a Bignamini che Regione Lombardia sta lavorando con fatti concreti a tutela della salute dei cittadini lodigiani e lombardi, come dimostrano, ad esempio, il taglio dei super ticket sanitari passati da 30 a 15 euro a prestazione, deliberato come primo atto dalla Giunta Fontana appena insediata”.