Home Cronaca Redazionale – Alle solite: Natale e furti. Non diamola vinta ai farabutti

Redazionale – Alle solite: Natale e furti. Non diamola vinta ai farabutti

19
0

Si avvicinano le feste natalizie e come ogni anno, oramai è diventa la “normalità”, si intensificano maggiormente – se possibile – le razzie ed i reati predatori. Ne è conferma l’aumento delle segnalazioni degli ultimi giorni nel Lodigiano e anche in città. A Lodi sono spariti in due giorni consecutivi due veicoli alle Fanfani. Sempre nella stessa zona e negli stessi giorni, alcuni residenti segnalano di altre incursioni in appartamenti, così come nel popoloso quartiere di San Fereolo, dove sono state nottate di furti. I ladri hanno colpito nelle ultime due notti nei condomini di via Da Vinci, dove hanno spazzolato numerosi box. Oltre una settantina quelli scassinati da cui sono spariti attrezzi vari, biciclette ed altri oggetti di una certa commerciabilità.

«Vogliamo liberare il nostro territorio da gente che vuole solo rubare e commettere crimini. L’aria per loro è diventata irrespirabile». Così per citare l’ex procuratore Vincenzo Russo il quale si immaginava, durante una conferenza stampa di oltre un anno fa, che il Lodigiano potesse contenere il fenomeno. Purtroppo, nonostante i dati ufficiali segnalino dei lievi cali, il parere tra i cittadini pare proprio non essere la stesso. Forse sono esasperati anche di denunciare, poiché il tutto si risolve in “tanto anche se li prendono non gli fanno niente, restano impuniti e il giorno dopo tornano a rubare”. Poi c’è chi, come l’ex prefetto Corona, che pensa che i tempi e la società son cambiati e allora la colpa è anche un po’ di chi non si adegua con antifurto, grate o altri sistemi di sicurezza.

Nel frattempo lo sfogo, comprensibile, viaggia sui social. Oltre a insulti vari e incazzature, gli utenti propongono ronde notturne, iniziative più o meno legali. Sempre di più poi, i gruppi di “vicinato” su Wathsapp e su Facebook. Dovrebbero essere invece i governanti – ora impegnati nella battaglia Sì o No – a mettere in campo azioni per ridimensionare il fenomeno, a garantirci maggiore sicurezza.

Non bisogna però scoraggiarsi. Sempre denunciare, per noi e per aiutare le forze dell’ordine. Ogni informazione, ogni denuncia, ogni indicazione può racchiudere preziosi elementi per inchiodare i criminali, che troppo spesso non pagano, è vero, ma alle volte giustizia può essere fatta. E’ in questa direzione che dobbiamo puntare. Contattiamo il 112 ogni qualvolta lo riteniamo opportuno cari lettori, nell’immediatezza di un reato (è molto importante), o anche se abbiamo solo dei piccoli sospetti. Meglio una telefonata “a vuoto”! Le forze dell’ordine saranno sempre pronte ad aiutarci. Non diamola vinta ai farabutti.

Stefano Massaro