Home Attualità Ambiente e Natura Qualità dell’aria, la Regione la difende attraverso gli incentivi

Qualità dell’aria, la Regione la difende attraverso gli incentivi

30
0

C’è una attenzione specifica per la qualità dell’aria in Lombardia. In questi anni l’impegno della Regione contro l’inquinamento atmosferico ha raggiunto ottimi traguardi ottenendo una diminuzione costante dei principali inquinanti: il monossido di carbonio (CO), il biossido di zolfo (SO2), il benzene (C6H6), PM10 e il biossido di azoto (NO2). Per quanto riguarda i livelli di ozono (O3), il dato non peggiora e risulta costante.

D’inverno, stagione più critica, entrano in vigore normative che aiutano i nostri polmoni a respirare meglio, perché puntano ad abbattere le emissioni inquinanti in atmosfera.

Fino al 31 marzo, a fare la loro parte sono chiamati i veicoli benzina euro 0 e i diesel euro 0, 1, 2, osservando il divieto ad entrare nel territorio dei Comuni della fascia 1 e della fascia 2, dal lunedì al venerdì dei giorni feriali, nell’arco temporale tra le 7,30 e le 19,30.

Per i diesel euro 3, il divieto di circolazione riguarda la fascia 1 e la fascia 2 solo per i comuni sopra i 30mila abitanti.

Dalle limitazioni restano escluse le autostrade e le strade regionali R1 e i percorsi che da queste permettono di raggiungere i parcheggi adiacenti alle stazioni periferiche dei mezzi pubblici.

In compenso per i lombardi sono attive agevolazioni per il rinnovo del parco macchine, con veicoli a basso impatto ambientale: “La logica che muove la nostra strategia per combattere le emissioni inquinanti e migliorare la qualità dell’aria deve essere chiara e sostenuta da risorse finanziarie adeguate e interventi normativi mirati. Il Bacino padano, che come è noto ha condizioni meteoclimatiche e orografiche particolarmente sfavorevoli. Ai divieti che si scaricano sui cittadini, preferiamo gli incentivi e la Regione sta mettendo in campo risorse proprie per ottenere una sempre più piena sostenibilità” – ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo.


INCENTIVI E AGEVOLAZIONI PER I PRIVATI

Esenzione della tassa auto per un triennio per chi rottamando ha acquistato veicoli euro 5 o 6,   escluse le autovetture alimentate a gasolio.

Nel caso di veicoli ibridi, alimentati anche con energia elettrica non serve rottamare, basta acquistare il mezzo nuovo entro il 31 dicembre 2020, perché così si ottiene il diritto alla riduzione del 50% della tassa auto per un triennio.


INCENTIVI E AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE

Alle piccole e medie imprese, la Regione Lombardia ha dedicato un bando ad hoc: il Rinnova Veicoli, munito di una dote di 6,5 milioni di euro.
Sono previsti contributi straordinari dai 4mila ai 10mila euro – a seconda del peso del mezzo e del suo sistema di alimentazione per chi demolisce un veicolo di proprietà a benzina (fino a euro 1/I incluso) e/o diesel (fino a euro 4/IV incluso) e acquista, anche con leasing finanziario, un veicolo di categoria N1 o N2 elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico) solo Full Hybrid o Hybrid Plug In, metano esclusivo e GPL esclusivo, metano e GPL bifuel (benzina/metano e benzina/Gpl).

Il bando resta aperto fino all’esaurimento dei fondi e non oltre il 10 ottobre 2019.

E’ il momento quindi di cambiare veicoli ottenendo due obiettivi ben positivi, da un lato il rinnovo del proprio parco mezzi e dall’altro il miglioramento dell’aria che si respira.