Home Attualità Audizione in Regione, Provveditorato di Lodi salvo

Audizione in Regione, Provveditorato di Lodi salvo

30
0

Sarebbero tutti a rischio i 13 uffici scolastici lombardi. Nel 2012, infatti, è previsto un taglio del 10% del personale e una riduzione del budget a 444 mila euro (era di 1 milione e 300 mila euro). Sono i dati annunciati oggi a Milano nel corso dell’audizione in Regione Lombardia del dirigente scolastico regionale, Giuseppe Colosio. Con i tagli annunciati, secondo il dirigente, si potrà garantire solo due uffici scolastici.
Quello che si sta facendo ora è cercare di salvare il salvabile con l’apporto della Regione e delle Province.
La questione più rilevante è trovare una sede a costi ridotti per gli Uffici Scolastici a rischio chiusura, in modo da ridurre le spese ordinarie.

“Questa mattina in Regione il Direttore Generale della Scuola per la Lombardia, Colosio, ha ribadito quanto ci aveva già anticipato nell’incontro di due settimane fa a Milano e cioè che nell’ottica dell’ottimizzazione delle risorse e della razionalizzazione dei servizi non sarebbero stati penalizzati i territori. La linea che sta emergendo è dunque quella del mantenimento del Provveditorato a Lodi, così come di tutti gli Uffici Scolastici Territoriali nelle Province della Lombardia”. Claudio Pedrazzini, Vice Presidente della Provincia di Lodi con delega alla Formazione, commenta così l’esito dell’audizione di oggi, giovedì 20 ottobre 2011, del Provveditore regionale Giuseppe Colosio davanti alla Commissione Istruzione del Consiglio regionale lombardo.

“L’appuntamento odierno – spiega Mariano Peviani, Assessore all’Istruzione della Provincia – era stato previsto proprio nel cronoprogramma che con il dottor Colosio era stato fissato quando aveva ricevuto la delegazione lodigiana composta da Pedrazzini e dal sottoscritto, dal Consigliere regionale Fabrizio Santantonio, dal Vice Sindaco di Lodi Giuliana Cominetti, dal Sindaco di Lodi Vecchio Giancarlo Cordoni (in foto) in rappresentanza dell’Associazione dei Comuni del Lodigiano e dal Provveditore di Lodi Giuseppe Bonelli. In quella sede, il Provveditore regionale si era impegnato a formulare la sua proposta per evitare i tagli nei territori all’Assessore regionale Gianni Rossoni e ad accettare la convocazione in commissione richiesta dai consiglieri del Pdl e del Pd. Non possiamo che essere soddisfatti che tutto stia procedendo nei termini previsti e nel modo che meglio tutelerà l’autonomia nella programmazione scolastica del Lodigiano e delle altre Province”.

“Il fatto che il Direttore Generale abbia ribadito anche al Pirellone la volontà di non chiudere dimostra che siamo sulla strada giusta ed è un riconoscimento del lavoro svolto in maniera compatta da tutte le istituzioni lodigiane”, conclude Claudio Pedrazzini.

(Foto Paolo Sartorio per Lodinotizie)