Home Sport Presentati Luis Querido, Gonçalo Pinto e un tricolore sulle maglie

Presentati Luis Querido, Gonçalo Pinto e un tricolore sulle maglie

421
0

Il profumo delle novità. Nella sede della Wasken Boys sono state presentate alcune delle novità per la stagione 2017-2018.

Prima di tutto il tricolore apposto sulle nuove maglie giallorosse, accostamento cromatico che non avveniva dalla stagione ’81-’82, per la grande soddisfazione di ogni lodigiano. Oltre alla prima divisa classica, la Teamsport-id di Vittorio Canidio ha presentato una seconda e terza maglia del tutto innovative e alquanto piacevoli.

IMG_1690
Da sinistra Gori, Pinto, Querido e il mister Resende (Foto Roberta Mirabile)

Tema dell’incontro era la presentazione dei portoghesi Luis Querido e Gonçalo Pinto. Si tratta di due rinforzi di livello assoluto: il primo è l’ex capitano del Barçelos, club con cui ha conquistato le ultime due edizioni della Coppa CERS. Difensore possente, dotato di un tiro dalla lunga distanza di notevole efficacia, Querido non può essere indicato come il sostituto naturale di Platero, anche se ne occupa lo stesso ruolo. I due sono infatti differenti nelle caratteristiche tecniche e nel modo di giocare: ma Querido è stato voluto fortemente da Resende e quest’ultimo ha ormai dimostrato di essere un tecnico di livello assoluto.

IMG_1691L’altra novità è Gonçalo Pinto, ventenne proveniente dal Benfica, di cui si parla un gran bene. È campione d’Europa in carica con la nazionale lusitana ed ha conquistato il titolo nazionale Under 20 (in compagnia del neo acquisto monzese Pedro Batista). Che sia il primo banco di prova non c’è dubbio: è sufficiente leggere i commenti (100% positivi) di serbenfiquista.com inerenti al suo prestito. Perché al Benfica lo vogliono indietro più completo (e vincente…).

I due sono rimasti travolti dall’entusiasmo del pubblico: ma tempo a disposizione ne hanno avuto poco, perché anche loro – come  tutti i giocatori lodigiani tranne Català e Gori- sono stati convocati con la nazionale lusitana in vista del World Roller Games di fine agosto.

Ultimi due paragrafi del pomeriggio giallorosso riguardano altrettanti lodigiani doc. Prima il ritorno a casa di Mattia Gori, alias “la Pulce”, per chi lo conosce fin da ragazzino.
Gori ha fatto esperienza in giro per l’Italia, iniziata nelle giovanili del Follonica e conclusasi Vercelli, ed ora è pronto a tornare per crescere in una squadra di fortissimi giocatori.

Dulcis in fondo il nuovo Direttore Sportivo: Roberto Colciago. Il Colcia è sinonimo di Amatori da sempre. Ex giocatore che ebbe l’onore di alzare la Coppa delle Coppe ’96 da capitano, ha militato anche nell’Hockey Lodi di Rinaldo Uggeri.

Persona di grande appeal, ottimo conoscitore della materia, Colciago è un tassello che porterà altra grande esperienza ad una società che sta puntando davvero molto in alto.

Paolo Virdi