Home Attualità Polizia, il bilancio di un anno. Questore Ciriello: «Siamo presenti fra la...

Polizia, il bilancio di un anno. Questore Ciriello: «Siamo presenti fra la gente. Nessun allarme nel Lodigiano». Ecco tutti i numeri

144
0

Questura bilancio«Sono da sempre abituato a stare in mezzo alla gente, la Polizia deve stare a contatto con la cittadinanza». Ha esordito così il Questore di Lodi, Vito Ciriello, durante la presentazione del bilancio delle attività svolte nel 2012. «Abbiamo dato un maggior avvicendamento negli uffici, da cui abbiamo tolto alcuni uomini per fare in modo di averne di più per le strade. Così come abbiamo raddoppiato le volanti e in alcuni casi anche triplicato. Tutto questo per far percepire maggiormente ai cittadini la presenza sul territorio ed il senso di sicurezza. » Poi, in riferimento al periodo di crisi in cui versa il Paese, il questore ha aggiunto: «Certo, potremmo avere di più e fare ancora di più. Abbiamo auto vecchie, con troppi chilometri percorsi, anche se un paio di mezzi nuovi dovrebbero essere in arrivo».

Ciriello si è detto soddisfatto dei risultati ottenuti: «Siamo attenti alle problematiche, alle esigenze della popolazione. Le risposte sono state puntuali ed efficaci. I risultati sono significativi sia in ordine quantitativo che qualitativo.» Anche in  merito agli episodi di microminalità, come ad esempio i furti in appartamento, il questore ha assicurato che la Polizia è sempre attenta e sono state messe in campo diverse azioni efficaci, anche in coordinamento con le altre forze dell’ordine e le Polizie Locali. Sempre secondo Ciriello, non vi sarebbe nel Lodigiano una situazione allarmante: «Se c’è qualche furto in più è per colpa della crisi economica. La gente ha fame. La provincia di Lodi è comunque integra e non c’è una particolare preoccupazione.».  Il questore ha poi concluso con un invito alla cittadinanza, affinché collabori il più possibile con le forze dell’ordine, non solo attraverso le denunce, ma anche con semplici segnalazioni che sovente risultano utili, se non fondamentali.

IN NUMERI

L’intensificata attività di controllo del territorio, legata al fenomeno delle rapine negli esercizi pubblici, dei furti in abitazione, dei furti di rame, di contrasto al commercio ambulante, ha portato all’identificazione di 18.526 persone ed al controllo di 8.866 veicoli, con un incremento del 20% in più rispetto al 2011. Sono stati 35 gli avvisi orali, 135 fogli di via obbligatorio, 7 provvedimenti di sorveglianza speciale, 3 “Daspo” (divieto di partecipazioni a manifestazioni sportive), 5 allontanamenti dalla casa famigliare e 9 ammonimenti per stalking. Sono state 63 le persone segnalate quali assuntori di stupefacenti.

Intensa anche l’attività di Polizia Amministrativa e Sociale: 4.200 passaporti rilasciati, 605 porti d’arma ad uso di caccia e per uso sportivo. L’Ufficio Immigrazione ha rilasciato 6.079 permessi di soggiorno (dato in linea con l’anno precedente). Sono stati invece 57 i provvedimenti di espulsione a carico di extracomunitari e 2 provvedimenti di allontanamento per cittadini comunitari. I soggetti stranieri censiti che soggiornano nel Lodigiano sono 15.689. Le etnie maggiormente presenti: 2.415 albanesi, 2.228 egiziani, 2.122 marocchini e 1.031 indiani.

Particolarmente intensa anche l’attività di Polizia Giudiziaria. Complessivamente nel 2012 sono state arrestate 66 persone, mentre 432 sono quelle denunciate a piede libero.. Si tratta per la maggior parte di reati minori, seguiti da quelli inerenti gli stupefacenti, al terzo posto i furti, al quarto le rapine ed infine le estorsioni.

Degne di nota sono in particolare l’operazione “Scialla” che ha portato all’arresto di 7 persone, oltre altri provvedimenti per un giro consistente di droga; Il fermo di un pedofilo che adescava minori tramite Facebook; due fermi per una rapina a mano armata con un sequestro di persona ed il furto di prodotti “Apple” dal valore di 1.250.000 euro.

Anche la Sezione della Polizia stradale ha intensificato gli interventi su strada: 41.015 le persone controllate. Rilevati 613 incidenti. Sono 11.817 (+16,80%) le persone controllate per guida in stato di ebrezza (sanzionate 286, registrando un incremento del +6%) o sotto l’effetto di stupefacenti  (sanzionate 10, registrando un incremento del +30%). Patenti ritirate 629. Interventi di soccorso 4.520.

Da ricordare anche il lavoro svolto dagli agenti della Polizia Ferroviaria: 38 persone denunciate, 1 arresto, 1.788 identificati, di cui 651 durante le scorte viaggiatori a bordo treno.