Home Attualità Ambiente e Natura Pesca illegale, Guidesi: «Norma anti bracconaggio è realtà»

Pesca illegale, Guidesi: «Norma anti bracconaggio è realtà»

87
0

“Finalmente, grazie alla nostra proposta, la pesca illegale delle acque interne avrà vita più difficile. Una prima risposta al commercio illegale della fauna ittica e ai numerosi pescatori regolari siamo riusciti a darla. Ciò non toglie che la maggioranza poteva fare di più per eliminare definitivamente il problema. Sembrava infatti che il governo avesse finalmente compreso l’importanza della lotta al bracconaggio. Purtroppo, però, non è stato così e rifiutando i nostri emendamenti che completavano il provvedimento, si è fermata a pochi passi dal traguardo, non rafforzando la norma stessa e lasciando ancora parzialmente irrisolto un problema che mette a repentaglio un patrimonio collettivo”.  Così Guido Guidesi, capogruppo della commissione bilancio della Lega Nord e primo firmatario dell’emendamento e del progetto di legge sulla pesca illegale. “Ad oggi, infatti, grazie al nostro lavoro c’è una norma su questo annoso problema, ma l’ottusità della maggioranza l’ha resa monca e molto meno efficace rispetto alle nostre aspettative. Non prevedere l’applicazione congiunta di ammenda e arresto dei colpevoli e lasciando così ai giudici la facoltà di decisione dell’una o dell’altra pena, va a eliminare il deterrente efficace per sradicare questa piaga.  Ancora una volta – conclude Guidesi – gli interessi politici e strumentali della maggioranza sono stati superiori a quelli dei cittadini, dei territori e delle nostre risorse”.