Home Attualità “Per la prima zona rossa il contributo fantasma, da Roma solo promesse”

“Per la prima zona rossa il contributo fantasma, da Roma solo promesse”

299
0
Il sindaco di Codogno e Presidente della Provincia di Lodi, Francesco Passerini

Un aiuto economico di 500 euro annunciato dal governo e mai arrivato. E’ quanto rivendicano i sindaci leghisti di Codogno e Casalpusterlengo, Francesco Passerini ed Elia Delmiglio.
Anche il senatore Luigi Augussori ha fatto un intervento al Senato.

Sono infatti più di 1500 le attività dei dieci comuni lodigiani della primissima zona rossa che stanno tutt’ora aspettando.

“Chiediamo che venga data una risposta ai cittadini e imprese che per primi hanno fatto fronte a qualcosa di allora inimmaginabile facendo sforzi enormi tenere aperte le attività.”

“Il Governo deve fare la sua parte erogando questi 500 euro decretati con il CURA ITALIA.”

“Questo non dimostra rispetto per un territorio – dichiara il sindaco Passerini – e i suoi cittadini che hanno dimostrato di essere rispettosi e fiduciosi. Che almeno gli venga erogato quanto promesso.”

“I Comuni hanno fatto la loro parte con sostegni fiscali e contributi a fondo perduto per il commercio – aggiunge Delmiglio – ma non si è sentito più nulla di quelli promessi dal governo e intanto alcune attività sono state costrette a chiudere”.

Passerini conclude con un incoraggiamento “nel limite del possibile, per il Natale, invito a cercare di fare acquisti nei nostri negozi sostenendo così le attività di vicinato che sono vitali per tutto il territorio.”