Ambiente e Natura

Parco Adda Sud, bilancio di “sponde pulite”: 140 sacchi pieni, una griglia e anche una bici

 

Una valigia, un barbecue per grigliate, il rottame di una bicicletta, oltre a 140 sacchi di immondizia con vetro, plastica, lattina, buste, indumenti e rifiuti vari. Hanno trovato di tutto le 50 persone della ditta Panta Distribuzione di Bagnolo Cremasco, divisione della Mol, società internazionale del settore petrolifero, che insieme a 10 Gev del Parco Adda Sud sabato scorso hanno ripulito l’area che va dal parcheggio dell’Ospedale Maggiore sino a raggiungere la nuova tangenziale, in modo particolare l’area sotto la nuova tangenziale. I rifiuti sono stati conferiti alla piattaforma rifiuti di Linea Gestioni srl in Strada Vecchia Cremonese

“La maggior parte dell’immondizia – spiega Silverio Gori, Presidente del Parco Adda Sud – l’abbiamo trovata attorno alla nuova tangenziale e molto probabilmente è stata lasciata dai senza tetto che stazionano sotto il ponte e sopra le passerelle ciclabili ai lati del ponte. In modo particolare è stata svuotata una buca nei pressi del fiume riempita da bottiglie di plastica, di verto, lattina, indumenti e moltissimi altri rifiuti, che sembra vengano lanciati giù dalla passerella a monte del ponte. Per ripulire tutto è stata strategica la collaborazione con Linea Gestioni per la gestione e il conferimento al centro di raccolta sulla Vecchia Cremonese. Credo proprio che da queste sinergie positive si possano raggiungere risultati importanti per il territorio e per l’ambiente”.

All’operazione di pulizia hanno partecipato anche 15 fra bambini e ragazzi, figli dei dipendenti della Panta: “E’ stato bello vedere anche loro al lavoro – conclude Gori – è stata una bella giornata sia per il risultato ottenuto, sia per l’entusiasmo che tutti hanno dimostrato”. Contemporaneamente all’intervento nel Parco Adda Sud, sabato scorso oltre alla Panta anche le altre Società di MOL Group Italy sono scese in campo per pulire e piantumare aree verdi all’interno del Parco del Mincio e del Parco delle Groane.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);