Lodigiano

Ossino su parcheggi gratuiti e trasporto pubblico urbano a Lodi

«Con riferimento all’articolo del 6 luglio scorso “Sosta gratis sulle strisce blu: i disabili vincono la battaglia”, mi sia consentito segnalare quanto è scritto nel programma elettorale della coalizione che governa Lodi, prima dell’apparentamento con le liste Maggi» dichiara Domenico Ossino del Partito Pensionati:

PARCHEGGI:

• Recupero del parcheggio dell’ex Macello, di via Massimo d’Azeglio e parcheggio dell’Ospedale, anche con possibile ingresso a colonnina, valutando la fattibilità di eventuali parcheggi multipiano;

• Formule di abbonamento per parcheggi dei titolari/dipendenti delle attività produttive del centro storico;

• Progetto pilota di ripristino dei parcheggi di Piazza San Francesco e Piazza Castello;

• Utilizzo dei cortili delle scuole /edifici pubblici come aree di parcheggio a rotazione nelle ore di chiusura degli stessi;

• Razionalizzazione delle aree carico/scarico merci, attraverso l’implementazione di infrastrutture telematiche per la loro prenotazione, così da permettere il controllo a distanza e combattere la sosta in divieto.

• Rivisitazione degli spazi di carico e scarico nell’area ZTL;

• Parcheggi “a striscia blu” gratuiti per persone disabili;

• Introduzione di aree parcheggio “rosa”, riservate alle donne incinta.”

«Come Pensionati abbiamo partecipato attivamente alla stesura del programma elettorale» afferma ancora Ossino, «la voce strisce blu gratuiti per persone disabili è nel programma, come pure le aree parcheggio “rosa” che il Il Sindaco Casanova ha annunciato e certamente si faranno. Ho voluto riprendere la notizia, perché ritengo che non si debba far riferimento ad uno o altro programma elettorale, come ho letto sulla stampa, ma ad un “unicum” programma elettorale – coalizione e civiche Maggi -. I programmi in linea generale delineano lo stesso modo di prevedere il futuro della città di Lodi sovrapponendosi in tanti capitoli, ed in altri, l’uno o l’altro aggiuntivi e complementari su diverse tematiche, in pratica diventando un unico programma».

Infine aggiunge Ossino, «da queste colonne però, mi permetto lanciare un appello all’Assessore al Trasporto Pubblico Locale Alberto Tarchini, affinché si attivi nei confronti del gestore del servizio di trasporto pubblico urbano, per migliorare da subito, a costo zero per il Comune di Lodi, il servizio in particolare a favore dei cittadini diversamente abili ed anziani, chiedendogli di rinnovare il parco automezzi (molti non più idonei al servizio in uso a Lodi), di sistemare tutte le pensiline delle fermate cittadine e di posarne delle nuove dove mancanti; verificare che non ci siano barriere architettoniche; segnalare quali sono le fermate che non hanno una corretta funzionalità per la loro fruizione da parte dei cittadini. L’appello nasce dettato dal fatto che, l’attuale gestore, ha in appalto il servizio dal 2003 e negli anni ha speso poco o niente per dare un servizio ottimale ai cittadini di Lodi, che quotidianamente lo utilizzano.»


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);