Attualità

Nuovo defibrillatore a Sant’Angelo Lodigiano

 

Si è svolta nel pomeriggio di mercoledì 17 gennaio in occasione della festa patronale di Sant’Antonio Abate la cerimonia di consegna di un defibrillatore semiautomatico da installare presso il centro commerciale “Il Castello” di Sant’Angelo Lodigiano. L’iniziativa, finanziata dalla Banca di credito cooperativo Laudense, rientra nel progetto “Sant’Angelo Città del Cuore” e vede la partecipazione di una fitta rete di realtà istituzionali e del volontariato. Oltre alla Bcc Laudense infatti collaborano a vario titolo la sezione di Sant’Angelo della Croce bianca, il distaccamento volontari dei Vigili del fuoco di Sant’Angelo, l’Arma dei Carabinieri e l’Avis. Per un investimento complessivo di circa 15mila euro, il progetto prevede l’installazione di dieci defibrillatori semiautomatici in alcuni punti strategici della città, tra gli altri il centro commerciale “Il Castello”, il centro commerciale “Le Torri”, la stazione dei Carabinieri, il distaccamento dei Vigili del fuoco, l’istituto superiore d’istruzione Raimondo Pandini. La Croce bianca è inoltre impegnata nella formazione del personale incaricato di utilizzare i defibrillatori in caso di emergenza. Ogni defibrillatore è stato inserito nella mappa dell’Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza) e alla stessa Agenzia sono stati indicati i nominativi degli operatori addestrati all’utilizzo dei dispositivi.

Alla cerimonia di mercoledì pomeriggio erano presenti il presidente di Bcc Laudense, Alberto Bertoli, il presidente della Croce bianca di Sant’Angelo, Giuseppe Maddè, lo storico volontario della Croce bianca di Sant’Angelo, Giuseppe Carlin (già sindaco della città), e il vice presidente del consorzio Centro commerciale “Il Castello”, Angelo Fiorito.

Abbiamo deciso di sostenere il progetto per una duplice ragione – spiega il presidente di Bcc Laudense, Alberto Bertoli -: in primo luogo riteniamo preziosa l’installazione di un così alto numero di dispositivi salvavita in punti strategici della città di Sant’Angelo, inoltre attraverso il sostegno economico all’operazione il nostro istituto di credito conferma la vicinanza al territorio di riferimento e alla sua comunità e ribadisce l’attenzione al mondo del volontariato e alle istituzioni. Progetti di questo tipo, in grado di mettere a fattor comune energie e disponibilità economiche e di volontari, rappresentano un modello per l’intero territorio lodigiano e meritano di essere proposti anche in altre realtà”.  

defibrillatore-carlin-sant-angelo


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);