Politica

Nuovi treni, Pedrazzini: «E’ l’investimento più grande di sempre per ridurre anche i disagi di pendolari e studenti lodigiani, le ferrovie dello Stato facciano la loro parte»

MILANO, 12 LUGLIO 2017 – “Sono ancora molti i disagi avvertiti dai viaggiatori – pendolari, studenti e turisti – che ogni giorno utilizzano il treno anche sulle tratte lodigiane e sudmilanesi. Per questo Regione Lombardia ha deciso di investire direttamente nell’ammodernamento della flotta ferroviaria regionale 1 miliardo e 607 milioni di euro, la più importante operazione di sistema nel settore del trasporto pubblico locale mai effettuata prima. Verranno acquistati 160 nuovi treni che saranno dati in gestione a Trenord e che permetteranno al trasporto ferroviario lombardo di fare un vero salto di qualità, raccogliendo le esigenze delle centinaia di migliaia di cittadini che per motivi di lavoro, studio e svago utilizzano quotidianamente le nostre linee. Non dimentichiamo che il trasporto ferroviario lombardo è gestito in condivisione con il gruppo Ferrovie dello Stato: la Regione sta impegnando una parte consistente del suo bilancio per alzare la qualità del servizio, ci auguriamo che anche FS, che tra l’altro ha competenza sulla rete e sulle stazioni, dopo anni in cui non ha immesso risorse nel settore, voglia fare la sua parte per migliorare il trasporto e le condizioni di accessibilità e sicurezza degli scali”. Claudio Pedrazzini, Presidente di Forza Italia nel Consiglio della Lombardia, commenta così l’investimento di 1.607.000.000 euro per l’acquisto di 160 convogli deciso da Regione Lombardia: treni regionali (anche per le linee Milano-Piacenza e Cremona-Lodi-Milano), treni suburbani (come la S1 Lodi-Saronno) e treni diesel per le linee non elettrificate (come la Casalpusterlengo-Pavia).

 

“Non si tratta di promesse campate per aria – chiarisce il Presidente Pedrazzini -. Già a fine luglio il Consiglio regionale approverà, con un emendamento all’assestamento di bilancio, il finanziamento per far partire entro fine 2017 le 3 gare necessarie all’acquisto dei convogli. Il gruppo di Forza Italia ha dato un contributo decisivo insieme al suo assessore alle Infrastrutture Alessandro Sorte. Nell’acquisto di nuovi treni saranno impiegati anche gli eventuali ribassi d’asta. Si tratta di un investimento in controtendenza rispetto alle politiche del Governo centrale, che proprio nel trasporto pubblico ha concentrato negli ultimi anni i tagli più pesanti alle Regioni. Se poi in futuro a Roma cambiassero idea sull’importanza del TPL e si rendessero disponibili altre risorse, si creerebbe lo spazio per ulteriori investimenti sul trasporto locale”.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);