Home Cronaca Non rispetta l’espulsione, arrestato spacciatore tunisino

Non rispetta l’espulsione, arrestato spacciatore tunisino

17
0
carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Codogno hanno tratto in arresto B.A.I. cittadino tunisino domiciliato a San Colombano al Lambro. L’uomo era giunto ieri sera intorno alle 22.00 presso il pronto soccorso dell’ospedale di Codogno trasportato dal personale del 118 e aveva iniziato a disturbare anche a causa dello stato di ubriachezza. Era inizialmente intervenuta la Polizia Locale di Codogno che, rilevando l’assenza dei doducmenti dello straniero ha allertato i Carabinieri della Stazione di Codogno. Il tunisino è stato così fotosegnalato e dalle impronte si è potuto risalire all’identità dello stesso che ha 32 anni e che nel settembre del 2006 era stato arrestato dai Carabinieri del Reparto Operativo di Lodi per spaccio di stupefacenti avendolo sorpreso a spacciare hashish a Lodi. In quella circostanza furono sequestrati circa 40 grammi di hashish e il Tribunale di Lodi, il 12.09.2006, lo aveva condannato dopo la convalida dell’arresto in flagranza, ad una pena di anni 1 e mesi dieci di reclusioni convertiti nell’espulsione. L’espulsione dunque sostituiva la pena e B.A.I. era stato espulso dalla frontiera aerea di Milano Malpensa il 16 settembre 2006 con il divieto di rientrare in Italia per i successivi dieci anni. La violazione di tale divieto ha comportato l’arresto mentre il Tribunale di Lodi, informato dalla Stazione di Codogno, avvierà l’iter per il ripristino della condanna che, violata l’espulsione, tornerà ad essere esecutiva. B.A.I. è stato ristretto presso la camera di sicurezza della Stazione di Codogno e sarà processato per direttissima nella giornata odierna.