Attualità

My Lodi non chiuderà, sospiro di sollievo per 100 dipendenti

Il completamento dei lavori di messa a norma antincendio del centro commerciale My Lodi di via Grandi non comporteranno la sospensione delle attività e la chiusura al pubblico della struttura, a condizione che gli interventi vengano ultimati entro il termine improrogabile di 8 settimane e che in fase di esecuzione sia garantita, a cura della proprietà, la presenza costante di un presidio di Vigili del Fuoco.

Lo dispone un provvedimento firmato oggi dal Commissario Prefettizio, Mariano Savastano, a seguito dell’incontro svoltosi in mattinata per la verifica del rispetto delle condizioni minime di sicurezza stabilite in occasione della riunione tenuta lo scorso 29 giugno presso la Prefettura.

«Le inadeguatezze rilevate dai Vigili del Fuoco rispetto alle prescrizioni indicate il 29 giugno e la necessità di integrare il progetto presentato dalla proprietà per il rinnovo del Certificato di Prevenzione Incendi avrebbero potuto comportare l’emissione da parte dell’autorità comunale di un’ordinanza di chiusura del centro commerciale, ai sensi di quanto previsto dall’articolo 54 del Testo Unico di legge sugli Enti Locali – spiega il Commissario – Tenuto conto delle gravi ripercussioni che ciò avrebbe determinato sul prosieguo dell’attività commerciale e quindi sulla condizione dei circa 100 dipendenti della struttura e delle relative famiglie, ho ritenuto opportuno cercare di individuare una procedura condivisa che permetta, da un lato, di adeguate le misure antincendio e, dall’altro, di scongiurare il rischio di perdita dei posti di lavoro. In alternativa alla chiusura, con la condivisione di tutte le parti interessate abbiamo perciò avviato un percorso “virtuoso” che permetterà la realizzazione dei lavori senza richiedere la chiusura del My Lodi».

Oltre all’impegno rigoroso da parte della proprietà (la società Investire Sgr) a concludere l’intervento entro il tempo massimo di due mesi, durante l’intero periodo di esecuzione dei lavori verrà pertanto predisposto un presidio di prevenzione antincendio dei Vigili del Fuoco negli orari di apertura della struttura al pubblico. Ad adeguamento ultimato, la proprietà potrà quindi presentare la Segnalazione Certificata di Inizio Attività, finalizzata a rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi.

«Il risultato ottenuto è molto positivo – sottolinea il Commissario – La prevalenza assoluta delle esigenze di sicurezza avrebbe causato la chiusura del My Lodi e drammatiche conseguenze occupazionali sui dipendenti del supermercato e dei negozi della galleria commerciale, oltre a ripercussioni anche sul consistente indotto per il mantenimento ed il funzionamento dei servizi accessori; di contro, la pur giusta considerazione per questi fondamentali aspetti avrebbe portato a trascurare le doverose misure di prevenzione dal rischio incendi per una struttura che viene quotidianamente frequentata da centinaia di persone. Siamo invece riusciti a trovare un efficace punto di equilibrio, che richiede ora un impegno puntuale per rispettare i tempi e le modalità di adeguamento che sono stati stabiliti con precisione inderogabile».


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);