Home Attualità Ambiente e Natura Maltempo – Nel Lodigiano danni per oltre 1,6 milioni, la regione si...

Maltempo – Nel Lodigiano danni per oltre 1,6 milioni, la regione si appella al ministero

26
0
La Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, ha deliberato una proposta di declaratoria dell’eccezionalità delle piogge “intense e persistenti” – registrate tra dicembre 2013 e marzo 2014 sul territorio della Provincia di Lodi – indirizzata al ministero delle Politiche agricole. La delibera è finalizzata a richiedere l’accesso dei benefici di legge previsti dal decreto legislativo 102 del 29 marzo 2004 (e successive modifiche) per permettere il ripristino delle strutture danneggiate, che fanno parte del reticolo idrico di bonifica gestito dal consorzio “Muzza Bassa Lodigiana”.
LE ZONE DANNEGGIATE – “Per effetto del maltempo e di piogge ben oltre le medie del periodo e particolarmente intense – ha ricordato l’assessore all’Agricoltura della Lombardia – sono stati danneggiati tratti dei canali nei comprensori comunali di Montanaso Lombardo, Senna Lodigiana, Somaglia, Caselle Landi, San Rocco al Porto, per un importo complessivo del danno stimato in 1.650.000 euro”. In particolare, la grande massa d’acqua convogliata nei canali ha generato smottamenti alle scarpate, cedimento delle sponde e scivolamento di queste masse di terra verso il fondo dei canali. Una situazione che ha creato il restringimento dell’alveo e quindi un ostacolo al deflusso dell’acqua, innescando un processo di erosione a danno della sponda opposta alle frane.
GLI INTERVENTI – I lavori di recupero, più dettagliatamente, riguardano il ripristino dell’alveo e delle strutture sponsali del Canale Belgiardino (comune di Montanaso Lombardo), delle strutture spondali e delle strade alzaie limitrofe di pertinenza del Canale Ancona (comuni di Senna Lodigiana e Somaglia), delle strutture spondali del Canale Monticchie (Comune di Somaglia), delle strutture spondali del Canale collettore Seriolo (Comune di Caselle Landi), delle strutture spondali del Canale Serpa (Comune di Somaglia) e delle strutture spondali del Canale Dossarelli (Comune di San Rocco al Porto).