Home Territorio Lodigiano Lungo Adda, sopralluogo del candidato di centro sinistra

Lungo Adda, sopralluogo del candidato di centro sinistra

56
0
sara casanova sindaco

sara casanova sindacoCarlo Gendarini – candidato Sindaco per la coalizione di centrosinistra – ha visitato il lungo Adda, su entrambe le sponde: “Dopo l’alluvione del novembre 2002 – scrive Gendarini in un comunicato stampa – quando l’Adda ha raggiunto il massimo storico nella portata e nel livello, il tratto urbano del fiume è stato oggetto di un piano di opere per la messa in sicurezza contro il rischio di esondazioni. E’ stato un lavoro impegnativo e importante, recentemente completato con il nuovo argine in sponda destra a monte del ponte”.

“Messo in sicurezza il fiume, è venuto il momento di pensare a far rivivere il lungo Adda”, osserva in candidato.

“La pista ciclabile realizzata sulla sommità arginale, che porta a Boffalora, è diventata un percorso nella natura apprezzato e frequentato in gran numero dai lodigiani, anche per via della presenza della Cattedrale Vegetale. Sulla sponda verso la città il nuovo argine che da val ponte sino alla Martinetta ha creato una passeggiata pedonale sul lungo fiume di via Mattei ed ha aperto alla frequentazione pubblica tutta l’ansa del fiume”

Ecco poi le proposte:

– allestimento, almeno nel tratto di via Mattei e della Piarda Ferrari, di una nuova illuminazione e di elementi di arredo indispensabili come i cestini porta rifiuti;

– sistema di videosorveglianza, con 13 telecamere dalla Piarda Ferrari all’area Isolabella, “che ci impegniamo a realizzare entro la fine dell’anno, se veniamo eletti” ribadisce Gendarini;

– riqualificazione di tutta l’area a valle del ponte, da via X Maggio alla tangenziale, per valorizzare l’intero percorso e l’attracco delle imbarcazioni. Quest’ultimo va messo a sistema con la Cattedrale Vegetale sulla sponda opposta;

– valorizzazione dell’Isolotto Achilli, che la meritoria opera dei volontari di Num del Burgh sta riportando alla bellezza originale, studiando da subito modalità che ne consentano la fruizione, affrontando in primo luogo il tema dell’accessibilità.

“Tutta la zona dell’Adda deve essere pulita e sicura e su questi aspetti, che sono prioritari, ci impegneremo fortemente” conclude il candidato a sindaco.