Home Cronaca Lodi Vecchio. Rifugiato sorpreso a spacciare, revocati i benefici di accoglienza

Lodi Vecchio. Rifugiato sorpreso a spacciare, revocati i benefici di accoglienza

52
0

I Carabinieri di Lodi Vecchio a novembre 2018 avevano deferito in stato di libertà F.F. richiedente asilo del Gambia di 22 anni, domiciliato presso un centro di accoglienza a Lodi Vecchio, in quanto si era reso responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al termine di osservazioni e pedinamenti, i carabinieri erano riusciti a sorprendere l’immigrato, mentre proprio in prossimità della struttura d’accoglienza nascondeva 168 gr. di hashish in parte già suddivisi in dosi ed un bilancino di precisione.

I Carabinieri hanno poi dato corso ad un approfondimento investigativo, raccogliendo concordanti dichiarazioni testimoniali attestanti l’illecita attività di spaccio posta in essere dal rifugiato per le vie di Lodi Vecchio, essenzialmente a favore di numerosi giovani locali e dei comuni limitrofi.
Il deferimento in stato di libertà ha consentito alla Prefettura di Lodi di revocare al soggetto i benefici di cui usufruiva in seno alla procedura di accoglienza in atto, mentre la chiarezza ed inequivocabilità degli elementi probatori raccolti dai Carabinieri di Lodi ha consentito al Tribunale di Lodi di emettere un’ordinanza di applicazione della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria quattro giorni la settimana.