Home Cronaca Lodi, ubriaco al volante non si ferma all’alt

Lodi, ubriaco al volante non si ferma all’alt

916
0

I carabinieri di Lodi hanno deferito in stato di libertà N.D. classe 1987, residente a Lodi, impiegato, perché resosi responsabile di guida in stato d’ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari, nottetempo, durante la consueta attività di controllo al territorio, mentre si trovavano in via San Giacomo, hanno intimato l’alt alla Fiat 500 condotta dal 32enne. Il conducente però, invece che arrestare la marcia, ha ignorato l’indicazione dei Carabinieri dandosi ad una folle fuga, durante la quale ha anche percorso alcune vie in contromano.

Definitivamente bloccato in viale Pavia, con l’ausilio di altre pattuglie presenti sul territorio, è stato identificato e sottoposto all’etilometro dal quale è risultato un tasso alcolemico superiore a quello massimo consentito dalla legge, in quanto alla prima prova con un valore pari a 1.65 g/l ed alla seconda, a qualche minuto di distanza, di 1.63 g/l..

Alla luce del fatto che entrambe le verifiche hanno superato il limite massimo stabilito dalla legge di 0,50 g/l, l’uomo è stato deferito, sanzionato con l’ammenda da 1.500,00 a 6.000,00 euro, a cui si somma l’arresto da sei mesi ad un anno e la sospensione della patente da uno a due anni. La sospensione inoltre verrà raddoppiata poiché l’auto non è di proprietà del conducente. Inoltre l’uomo è stato deferito anche resistenza a pubblico ufficiale e sanzionato per non aver ottemperato all’alt, per aver condotto il veicolo a velocità non commisurata e non aver rispettato la segnaletica stradale relativa ai divieto d’accesso, vedendosi comminare ulteriori sanzioni amministrative di circa 200 euro e per un totale 15 punti sulla patente.