Home Territorio Lodigiano Lodi. Trasporto pubblico, Star e Line presentano otto nuovi mezzi

Lodi. Trasporto pubblico, Star e Line presentano otto nuovi mezzi

556
0

Lodi – Il piano di rinnovamento delle flotte aziendali di Star Spa e Line Spa prosegue con l’acquisizione di 8 nuovi mezzi adibiti a servizi di Trasporto Pubblico Locale.

I nuovi vettori (4 con livrea Star e 4 Line) sono stati presentati oggi in piazza della Vittoria a Lodi, nel corso di un incontro con la stampa a cui sono intervenuti i vertici delle due aziende e le autorità locali.

Gli 8 mezzi, destinati prevalentemente a servizi interurbani sul territorio della Provincia di Lodi ed in parte in Provincia di Cremona, sono degli Iveco Crossway con motorizzazioni di ultima generazione ed emissioni di classe ambientale Euro 6, lunghezza 12.10 e larghezza 2,55 metri, ciascuno con capienza pari a 75 passeggeri, di cui 56 a sedere e 20 in piedi.

Le dotazioni di bordo comprendono postazioni riservate a disabili in carrozzina (con relative pedane di sollevamento per salita e discesa), impianto di videosorveglianza, impianto di geolocalizzazione, dispositivo antincendio per il vano motore. Nell’allestimento è riservata particolare cura anche alle condizioni di confort e salubrità per i passeggeri, grazie all’impianto di climatizzazione ed ai rivestimenti dei sedili in materiale ignifugo sottoposto a trattamento antibatterico.

Gli 8 nuovi autobus sono stati acquistati usufruendo di contributi messi a disposizione da Regione Lombardia, nell’ambito del riparto tra le Agenzie Tpl lombarde di un plafond di risorse pari a circa 19 milioni di euro, stanziato per il triennio 2017/2019 dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, di cui una quota di 10 milioni di euro per il bacino Città Metropolitana-Monza Brianza-Lodi-Pavia e 1,5 milioni di euro per il bacino Cremona-Mantova.

Queste ultime acquisizioni danno continuità ad un piano di rinnovamento che prosegue con costanza da anni e che nel 2018 aveva visto l’entrata in servizio di ben 12 mezzi (di cui 7 Star e 5 Line), contribuendo in modo significativo al progressivo abbassamento dell’età media del parco mezzi e all’ammodernamento delle condizioni di esercizio, in particolare sotto i profili del contenimento dell’impatto ambientale del miglioramento del confort e della sicurezza.