Home Attualità Ambiente e Natura Lodi. Stop alla raccolta della carta nei sacchetti di plastica

Lodi. Stop alla raccolta della carta nei sacchetti di plastica

679
0

Dal primo gennaio non è più possibile esporre la carta all’interno di sacchetti di plastica.

«Le ragioni che hanno reso non più tollerabile l’utilizzo della plastica – spiega l’assessore Tarchini – sono per lo più di carattere economico e affondano le radici nel funzionamento della filiera dei materiali raccolti in ambito urbano.

Il meccanismo di valorizzazione economica della carta offre oggi ai Comuni due possibilità: la vendita diretta del materiale sul libero mercato, normalmente più remunerativa, ma sottoposta a forti oscillazioni di prezzo e il conferimento presso impianti afferenti al Consorzio Comieco che riconosce al Comune un corrispettivo per ciascuna tonnellata recapitata.
Anche il Comune di Lodi, tramite Linea Gestioni, ha aderito a Comieco e conferisce agli impianti ad esso collegati la propria carta. Il corrispettivo tuttavia non viene concesso in modo sistematico, ma solamente a condizione che la frazione conferita mantenga un determinato livello di “purezza”, ossia se non è mista a una quantità eccessiva di altri materiali.

Ecco dunque spiegato il motivo per il quale è necessario rinunciare ai sacchetti di plastica.
Nei prossimi giorni, insieme a Linea Gestioni, forniremo indicazioni sulle modalità di ritiro dei nuovi contenitori/bidoni carrellati bianchi per il conferimento della carta che saranno messi a disposizione sia delle utenze singole sia di quelle aggregate».

«Nel 2019, per esempio, – conclude Tarchini – la somma dei ricavi derivanti delle diverse frazioni ha consentito di “scontare” di circa 385.000 euro le bollette TARI».