Cronaca

Lodi, sicurezza: intensificati i controlli da parte dei Carabinieri. Denunciate 6 persone

I Carabinieri della Stazione di Lodi e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Lodi, stanno intensificando l’attività di controllo nel Capoluogo, che ha consentito di denunciare sei persone.

In particolare i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno denunciato per:

Guida sotto l’effetto di sostanze alcooliche V. 31 enne di Cervignano D’Adda, riscontrato alla guida della propria utilitaria, in uscita dal Capoluogo, con un tasso alcolemico superiore a 2.5 g/l. Patente di guida ritirata e affidamento del mezzo ad idonea persona.

Evasione dagli arresti domiciliari P.G. 35 enne di Cornegliano Laudense, il quale è stato sorpreso dai militari all’esterno dell’abitazione.

Segnalato quale assuntore di sostanza stupefacente un 40 enne di Cervignano D’Adda (LO), trovato durante un controllo in Lodi, in possesso di grammi 2 di marijuana e 11 di hashish.

I Carabinieri della Stazione di Lodi hanno denunciato per:

Inottemperanza al foglio di via obbligatorio B. E. 32 enne nigeriano, domiciliato a Casalpusterlengo, con precedenti di polizia.

I militari operanti alle ore 13.00 circa del 7 agosto, appreso che poco prima  vi era stata una lite all’interno della mensa della sede Caritas, in via San Giacomo, hanno individuato il soggetto responsabile di un’aggressione ai danni di un altro connazionale, che ha riportato lievi lesioni. B.E., è stato poco dopo rintracciato lungo il Corso Adda, accertando che aveva violato il divieto di ritorno a Lodi, motivo per il quale è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

Ricettazione N.N. 22 enne di Lodi, che è stato accertato aver avuto in uso uno smartphone Samsung A3 provento di furto, di cui nel frattempo si è liberato.

Furto aggravato, R.C. 23 enne indiana, residente a Empoli, con precedenti di polizia, la quale è stata controllata con occultato nella borsa un paio di scarpe del valore di 50 euro, appena rubate da un esercizio commerciale in viale Milano. La refurtiva è stata recuperata e restituita all’avente diritto.

Notificato l’ordine di allontanamento dal territorio nazionale per esigenze di pubblica sicurezza, nei confronti di S.J.21 enne nata in Belgio, in Italia senza fissa dimora, gravata da pregiudizi penali per borseggi e furti con destrezza, notata e controllata dai militari della Stazione del capoluogo, nei pressi dell’ingresso dell’ospedale, in atteggiamenti sospetti. Al termine dei controlli la donna è risultata non aver ottemperato al provvedimento di espulsione dallo stato emesso nell’aprile 2017 dal Prefetto di Bergamo.


Commenta con Facebook
Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest


There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!

Lascia un commento

@import url(https://fonts.googleapis.com/css?family=Montserrat:400,700);